Bulgaria, Radev verso la vittoria

Bulgaria, Radev verso la vittoria
RSI.ch Informazione ESTERI

Non appartiene a nessuna formazione politica

Vittoria ampiamente annunciata domenica in Bulgaria per il capo di Stato uscente Rumen Radev, che nel ballottaggio delle presidenziali, stando ai primi risultati preliminari, ha superato di larga misura lo sfidante Anastas Ghergikov.

L'affluenza alle urne, secondo i calcoli della commissione elettorale centrale, sarebbe stata molto bassa - l'ultimo dato relativo alle 16 locali (15 svizzere), quattro ore prima della chiusura dei seggi, parlava di poco più del 24% di partecipazione. (RSI.ch Informazione)

La notizia riportata su altri giornali

Domenica scorsa, quando si è votato anche per le legislative anticipate, le terze in un anno, l'affluenza alle urne è risultata al minimo storico del 40,5%. I circa 6,7 milioni di elettori potranno votare domani dalle 7 alle 20 locali (6-19 italiane), nel rispetto delle misure di sicurezza e prevenzione anti Covid (La Nuova Sardegna)

Radev, 58 anni, generale in congedo ed ex capo dell'aeronautica militare, nel primo turno di domenica scorsa si è affermato con il 49,41% dei voti, non sufficienti tuttavia per la vittoria - per la quale è richiesto più del 50% dei voti e più del 50% di affluenza alle urne - mentre Ghergikov, anch'egli 58enne, dottore in scienze filologiche e rettore dell'università di Sofia, è giunto secondo con il 22,82% delle preferenze. (La Repubblica)

Appoggiato dai socialisti, Radev ha infatti ottenuto il 65,7% dei voti, secondo i primi exit poll della Gallup international diffusi dalla tv pubblica Bnt, battendo nettamente il suo rivale Ghergikov, sostenuto dal partito conservatore Gerb dell'ex premier Boyko Borissov, che ha raccolto il 31,5% dei voti. (tvsvizzera.it)

La Bulgaria torna al voto per la terza volta in un anno

I risultati ufficiali parziali sono attesi entro oggi Sofia (Bulgaria), 21 nov. (LaPresse)

– La svolta politica bulgara, sullo sfondo della catastrofe del Covid, è completata. (La Repubblica)

Adesso la sfida è tra l'oligarca Bojko Borissov e due quarantenni imprenditori di successo, Kiril Petkov e Asen Vassilev (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr