«Abbiamo attaccato la Francia, la popolazione, i civili ma non abbiamo niente di personale contro di essi»

«Abbiamo attaccato la Francia, la popolazione, i civili ma non abbiamo niente di personale contro di essi»
Ticinonline ESTERI

Il primo a parlare è stato Salah Abdeslam, che fin dalla prima udienza si è mostrato il più irrequieto tra i militanti jihadisti alla sbarra.

«Non voglio mentire» - Le parti civili presenti in aula hanno ascoltato con grande emozione le parole di Abdeslam, riferiscono i media francesi

«Abbiamo attaccato la Francia, la popolazione, i civili ma non abbiamo niente di personale contro di essi.

Lo scopo degli attacchi di Parigi è stato «far subire alla Francia lo stesso dolore che noi patiamo». (Ticinonline)

Se ne è parlato anche su altre testate

Ha mostrato anche insofferenza per le parole usate per definire lui e gli altri imputati, “terroristi, jihadisti, radicalizzati. in realtà - ha obiettato - si tratta soltanto di autentico islam, e questi terroristi, questi radicali, sono dei musulmani” Per i suoi aerei che hanno bombardato lo Stato islamico, gli uomini, le donne e i bambini”. (Ticinonews.ch)

“Gli attentati erano una risposta ai bombardamenti francesi sullo Stato islamico. "Quando François Hollande prese la decisione di attaccare lo Stato islamico - ha detto l'imputato - sapeva che la sua decisione comportava dei rischi. (L'Unione Sarda.it)

«L'attacco al Bataclan non fu altro che la risposta ai raid condotti dalla Francia contro il sedicente Stato islamico». Attentati Parigi 2015, inizia il maxi-processo a 20 imputati (ilgazzettino.it)

‘La strage al Bataclan fu la risposta ai raid contro l’Isis’

“Gli aerei francesi che bombardano lo Stato Islamico non fanno distinzione fra uomini, donne e bambini”, ha detto Abdeslam. “So che le mie frasi possono scioccare - ha continuato Salah -, soprattutto delle anime sensibili. (laRegione)

Per i suoi aerei che hanno bombardato lo Stato islamico, gli uomini, le donne, i bambini». Freddo e determinato, nel giorno del suo 32esimo compleanno Salah ha ammesso la sua responsabilità negli attentati (Bluewin)

“Quando François Hollande prese la decisione di attaccare lo Stato Islamico - ha detto l’imputato - sapeva che la sua scelta comportava dei rischi. Lui e i suoi complici, ha aggiunto, hanno voluto “far subire alla Francia lo stesso dolore che noi subiamo” (laRegione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr