Le banane e i missili

Le banane e i missili
la Repubblica INTERNO

A Monteprato di Nimis, Friuli profondo, da anni si svolge una festa fallica, nata dopo il terremoto del ’76.

Non è elegante (nemmeno i fescennini lo erano, né i culti priapici) ma ha una sua sguaiata innocenza, con processioni di falli megalitici, molte banane, molto fracasso e la evidente partnership di Dioniso, che è il solo vero patrono del Friuli, con Priapo ha un’intesa millenaria e annaffia la notte con il nettare d’uva

(la Repubblica)

Ne parlano anche altri giornali

La locandina dell’evento che ha creato polemiche. Patrick Zaki ha esortato a firmare una petizione online organizzata per domandare la cancellazione della «Gara di mangiatrici di banane» prevista il 2 agosto in occasione della Festa degli uomini a Monteprato di Nimis, in Friuli. (Corriere)

Più cauto il parere di alcuni esperti in sessuologia, che invitano a “vivere e vedere la sessualità con meno moralismi e più leggerezza”. In pratica: le ragazze che hanno piacere di mangiare una banana in pubblico sono libere di farlo, e non per questo vanno colpevolizzate o additate. (QC QuotidianoCanavese)

Lungi da noi mettere in relazione una festa paesana semplicemente grottesca e fuori dal tempo con alcuni dei reati più odiosi del Codice penale (Avvenire)

Attaccare le "mangiatrici di banane" è maschilista tanto quanto organizzare la gara

A tutti questi commenti negativi che circolano in rete rispondo: impariamo a vivere e a vedere la sessualità con meno moralismi e più leggerezza. Nei confronti della sessualità ci sono spesso delle esagerazioni- aggiunge la sessuologa- in realtà le problematiche nascono proprio da una eccessiva tabuizzazione” (altovicentinonline.it)

La Festa è in programma stasera a Monteprato di Nimis, un piccolo centro a una ventina di chilometri a Nord di Udine, prima che il Friuli divenga montagna. Questa Festa «continua ad usare le donne proponendo una loro immagine sessualizzata», da qui la «ferma condanna» e l’invito a sottoscrivere la raccolta firme che chiede l’annullamento della manifestazione. (Gazzetta di Parma)

!”. Se vi sfugge la fine ironia dietro a queste battute è perché probabilmente avete finito le medie da un po’. La gara delle "mangiatrici di banane" organizzata per la festa degli uomini ha scatenato un'onda di indignazione, che si è riversata, ancora una volta, contro le donne. (News – Roba da Donne)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr