“Altri due casi di cinghiali morti per peste suina in Liguria”

“Altri due casi di cinghiali morti per peste suina in Liguria”
La Stampa INTERNO

L’assessore in questi giorni sta partecipando numerosi tavoli tecnici sulla malattia che finora, solo in Piemonte, ha ucciso sette cinghiali.

«C’è un aumento dei casi di peste suina in Liguria in particolare nel territorio intorno all’autostrada A7, per cui i controlli saranno concentrati nelle aree vicine a questa arteria».

Lo sostiene l’assessore regionale all’Agricoltura, Marco Protopapa, che parla di altri due casi scoperti in territorio ligure per i quali si attendono gli esiti delle analisi. (La Stampa)

La notizia riportata su altri media

A commentare le parole che provengono dal Parco del Beigua sulla decisione del governo di vietare le attività nei boschi è il vice presidente della Regione Liguria Alessandro Piana. Reputo necessario agire con la massima tempestività ed efficacia per salvaguardare gli allevamenti e la filiera. (IVG.it)

Al più presto dovranno essere reperite risorse da destinare a ristoro delle perdite per le attività economiche e turistiche connesse ai divieti previsti per contenere la diffusione del virus”. Paesi nei quali esportavamo carne suina hanno già iniziato a bloccare precauzionalmente esportazioni di salumi e carne. (Primocanale)

Peste suina: regione Liguria scrive al governo Draghi. “La situazione della peste suina sta destando grande preoccupazione – afferma il presidente Giovanni Toti – soprattutto alla luce di un grande mercato italiano di export della carne di maiale che vale 6 miliardi di euro. (Imperiapost.it)

Peste suina, Fornaro: “Serve un commissario straordinario”

“È fondamentale – aggiunge il vicepresidente Piana – sensibilizzare i Comuni dell’area interessata per garantire una corretta informazione alla popolazione. La stima è che nell’area ligure prevista dall’ordinanza, in cui ricadono 36 Comuni, ci sia una comunità di almeno 15-20mila cinghiali. (Primocanale)

“Rispettiamo le ordinanze ma non possiamo rischiare di essere abbandonati dalle istituzioni, abbiamo bisogno di aiuto Per il presidente Coop Arcimedia dei Rifugi della Deiva, Giovanni Durante, “servono deroghe insieme a misure di profilassi. (IVG.it)

Secondo il deputato di Castelletto d’Orba, «deve essere altresì considerata la problematica economica derivante dall’ordinanza assunta dai ministeri della Salute e dell’Agricoltura «Il focolaio individuato nella zona appenninica tra le province di Alessandria e Genova – spiega - deve essere assolutamente circoscritto per evitare il diffondersi del virus in altri territori circostanti. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr