Macron respinge le dimissioni della premier Borne

la Repubblica ESTERI

La premier, nominata un mese fa, riunisce nel primo pomeriggio l'intero governo

lisabeth Borne resta al suo posto.

Emmanuel Macron ha respinto le dimissioni della premier, presentate sulla scia dei risultati delle elezioni legislative.

Le dimissioni sono un gesto rituale che viene fatto dopo la scadenza elettorale e la conferma di Borne era attesa.

(la Repubblica)

La notizia riportata su altri giornali

E, questo, per la Francia che deve fare riforme importanti (come quella sulle pensioni) è un problema. Ora Macron dovrà cercare di essere più «politico», per assicurare le gambe legislative ai suoi provvedimenti in Parlamento, e meno «tecnico» (Gazzetta di Parma)

Lo ha detto oggi il deputato comunista, Fabien Roussel, dopo la giornata di consultazioni del presidente, ai microfoni della tv LCI. Macron "mi ha chiesto se siamo pronti a lavorare in un governo di unità nazionale", ha spiegato Roussel, e se tale iniziativa "sia la soluzione per tirare fuori il paese dalla crisi". (Gazzetta di Parma)

Questo alimenta un senso di ribellione, che la destra Lepenista ha saputo sfruttare, anche perché è riuscita di recente a darsi un’immagine più presentabile. Insomma, la politica francese entra in una fase difficile, che potrebbe condurre a nuove elezioni prima del previsto (La Gazzetta del Mezzogiorno)

"Lui pensa alla costituzione di un governo di unione nazionale - ha detto Roussel, dopo le consultazioni - se ci saranno i partiti per partecipare" - PARIGI, 21 GIU - Emmanuel Macron "pensa" a costruire un "governo di unità nazionale" per trovare "vie d'uscita alla situazione politica" che si è creata nell'Assemblée Nationale. (La Nuova Sardegna)

Sconfitto, sconfitto. L’Antipatico. Perché va così, perché due mandati presidenziali consecutivi sono fallimento, la maggioranza relativa alle elezioni e all’Assemblea è irrimediabile sconfitta, anzi tracollo? (Blitz quotidiano)

di. Il discorso del presidente ai francesi dopo il voto che gli ha negato la maggioranza assoluta in parlamento. «Governo sostenuto da una coalizione o troveremo la maggioranza caso per caso»: lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron in un discorso pronunciato questa sera. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr