Covid: la Cina esaminerà i campioni sangue prelevati a Wuhan nel 2019

Covid: la Cina esaminerà i campioni sangue prelevati a Wuhan nel 2019
Per saperne di più:
In Terris ESTERI

I campioni, se conservati correttamente, potrebbero contenere elementi cruciali dei primi anticorpi prodotti dall’uomo contro la malattia

I campioni di sangue in questione, scrive Cnn, sono conservati nel centro ematologico di Wuhan.

Il primo caso fu segnalato a Wuhan l'8 dicembre 2019.

Il governo cinese ha dato l’ok all’esame di 200 mila campioni di sangue prelevati nella città di Wuhan (probabile luogo di partenza della pandemia di Covid-19) prima che esplodesse nel Paese, quindi fino agli ultimi mesi del 2019. (In Terris)

La notizia riportata su altri media

La Cina ha infatti deciso di analizzare fino a 200'000 campioni di sangue di fine 2019 dei cittadini di Wuhan, stando ad un funzionario cinese citato dalla Cnn. I campioni in questione vengono archiviati per due anni nel caso si rendano necessari dei controlli relativi alle donazioni di sangue, da cui provengono. (Ticinonline)

Se conservati in modo corretto i campioni potrebbero contenere elementi cruciali, ad esempio i primi anticorpi prodotti dall'uomo contro la malattia. Una risposta a questa ipotesi potrebbe essere contenuta nei 200mila campioni di sangue che verranno presto esaminati (Fanpage.it)

I campioni di sangue in questione, scrive Cnn, sono conservati nel centro ematologico di Wuhan. I campioni contengono “indizi assolutamente vitali”, ha commento Maureen Miller, professore associato di epidemiologia alla Columbia University, sollecitando la Cina a consentire agli esperti stranieri di osservare il processo. (Ticinonews.ch)

Covid: analisi sul sangue dei cittadini di Wuhan del 2019

I campioni, se conservati correttamente, potrebbero contenere segni cruciali dei primi anticorpi prodotti dall’uomo contro la malattia, hanno affermato gli esperti. I campioni di sangue di Wuhan cruciali per scoprire l’origine del Covid. (Newsby)

a Cina si appresta a esaminare fino a 200 mila campioni di sangue prelevati nella città di Wuhan prima che l'epidemia di Covid 19 esplodesse, quindi fino agli ultimi mesi del 2019, per contribuire a fare luce su come e quando il coronavirus responsabile sia passato dall'animale all'uomo. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

La Cina analizzerà oltre 200 mila campioni di sangue prelevati nella città di Wuhan negli ultimi mesi del 2019, poco prima dell’esplosione della pandemia. Dobbiamo considerare che il campionario di sangue conservato nel centro ematologico di Wuhan può essere conservato per un massimo di due anni dal prelievo. (Metropolitan Magazine )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr