Cosa rischia chi è senza green pass. Le misure allo studio: multe e chiusure

il Giornale INTERNO

Si dovrà obbligatoriamente esibirlo quando si sale su aerei e navi, o per entrare al cinema, in teatro o in sale per concerti

La possibilità di potersi muovere con maggiore libertà, in ogni caso, dipende sempre di più dal possesso del green pass.

Adesso gli occhi degli italiani sono tutti puntati sulle nuove restrizioni allo studio dell'esecutivo.

L’utilizzo più massiccio del green pass per i rigoristi eviterà le possibili chiusure di locali, piscine, palestre, stadi, cinema, teatri e di tutti quei luoghi dove è facile creare assembramenti. (il Giornale)

Se ne è parlato anche su altre testate

Il Green pass, è bene ricordarlo, si ottiene avendo fatto un tampone negativo nelle ultime 48 ore oppure essendo stati vaccinati con doppia dose. 400 euro di multa per tutte le persone che entreranno in luoghi pubblici a rischio assembramento senza green pass, fino a cinque giorni di chiusura per i gestori che ne consentiranno l’accesso ai propri locali. (tviweb)

Nuova stretta del Governo: per prendere un caffè e andare al ristorante ci vorrà la Certificazione verde, pena sanzione di 400 euro. Infine, lo stato di emergenza sarà prolungato fino alla fine dell’anno e non solo fino a settembre, per gestire meglio la ripresa della scuola (isnews)

L’obbligo di green pass sarà quasi sicuramente introdotto per il personale scolastico, in vista della ripresa dell’anno scolastico a settembre, secondo le ultime raccomandazioni che il Cts ha fatto al ministero dell’Istruzione. (Teleclubitalia.it)

Le sanzioni previste per i trasgressori che non rispetteranno i nuovi obblighi saranno salatissime: si va dai 400 euro di multa per i clienti sprovvisti del Green pass, alla chiusura di 5 giorni dei locali che non vigileranno sulla propria clientela. (Livesicilia.it)

Cinque giorni di chiusura per i gestori e 400 euro per i clienti sprovvisti di certificazione verde, ridotti a 260 se la contravvenzione viene pagata entro il quinto giorno. A metà agosto, o forse già da fine luglio, scatteranno le prime zone gialle, dove torneranno le mascherine all'aperto obbligatorie e altre restrizioni (Il Vescovado Costa di Amalfi)

si chiede Zaia auspicando un modello già attuato in Svizzera dove chi è immunizzato non è soggetto ai vincoli Quali saranno dunque i possibili nuovi usi del Green Pass ad oggi utilizzato solo per accedere ad eventi come stadi e matrimoni? (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr