Covid-19 e variante Delta plus, cosa dobbiamo aspettarci

Covid-19 e variante Delta plus, cosa dobbiamo aspettarci
DiLei INTERNO

In questo senso, la Delta Plus appare ancor più temibile e rappresenta in qualche modo un ulteriore cambio di marcia del virus.

Ben di più di quello che si potrebbe verificare solo con una delle due “opzioni” da parte dei ceppi virali maggiormente circolanti

Con queste caratteristiche di analisi si è poi provato a vedere quale potrebbe essere il percorso della pandemia.

In questo senso, in un panorama epidemiologico dominato dalla variante Delta , ora l’attenzione degli esperti si concentra sulla Delta plus , che manifesta alcune variazioni rispetto al ceppo Delta che nei mesi è diventato predominante. (DiLei)

Se ne è parlato anche su altri giornali

La cosiddetta “quarta ondata” è per ora diversa dalle precedenti, per una serie di motivi. Anche l’Italia sta registrando l’arrivo della quarta ondata, seppure con numeri meno gravi, finora, rispetto ad altre nazioni. (Pagella Politica)

utti gli indicatori d'allarme sono in salita costante: ancora su i nuovi positivi, i ricoveri, l'occupazione delle terapie intensive, i decessi. All'orizzonte si affaccia infatti la nuova variante, anche questa in arrivo dall'Inghilterra, la Delta Plus, non più letale ma certamente ancora più contagiosa rispetto alla delta ormai dominante ovunque (La Repubblica)

A preoccupare è anche la nuova variante Delta Plus, che secondo i virologi è 50 volte più forte del ceppo originario. Variante Delta Plus 50 volte più contagiosa del ceppo originario, nuovo allarme in Europa. (Investire Oggi)

Variante Delta Plus "come la varicella", buca i tamponi rapidi: ecco che cosa rischiamo

Secondo il virologo, tuttavia, "non c'è una grossa perdita di protezione, la dimostrazione la vediamo in Inghilterra". La cosiddetta variante Delta plus, la AY.4.2 del coronavirus Sars-CoV-2, "un pochino buca i vaccini" anti-Covid, "ma non troppo". (Adnkronos)

La variante Delta è stata identificata per la prima volta in India alla fine del 2020, mentre da maggio è diventata dominante nel Regno Unito. Il virologo Pregliasco spiega perché. (Scienze Fanpage)

23 novembre 2021 a. Tuttavia, anche se più contagiosa, la variante Delta plus non è più pericolosa di quella attualmente prevalente: "Il pericolo consiste nella maggiore diffusività del virus", sottolinea il professore. (LiberoQuotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr