TIM, il Governo resta alla finestra e prepara le mosse

Punto Informatico ECONOMIA

Dopo la proposta di acquisizione giunta dal fondo KKR, il gruppo TIM ha immediatamente convocato il proprio CdA, ma non ha dato risultanze a quanto ricevuto.

“Prende atto”.

Se questo dovesse concretizzarsi, sarà in primo luogo il mercato a valutare la solidità del progetto.

In attesa delle mosse del mercato e degli azionisti TIM, quindi, il Governo “prende atto” e mette in moto un Gruppo di lavoro dedicato pronto ad esaminare le carte non appena pervenute:

Parole chiare e concise: il Governo attende dettagli, prepara le carte, studia i dossier e mette in tavola gli scenari possibili. (Punto Informatico)

La notizia riportata su altre testate

La notizia ha innescato speculazioni sulla eventualità o meno che l'operazione possa portare Vivendi a cedere la sua quota in Tim. "Vivendi desidera chiarire che il gruppo è molto legato all'Italia e a Telecom Italia. (Investing.com)

Il titolo vola in Borsa. Il nodo advisor. Sul caso Tim ieri è anche intervenuto il presidente Consob Paolo Savona: «noi possiamo intervenire solamente quando riusciamo ad avere informazioni, siamo già intervenuti» Vivendi: «Offerta Kkr insufficiente». (Il Messaggero)

"Il Governo valuterà giustamente l'interesse pubblico che è sotteso a una rete che ha profili anche strategici quando l'Opa ci sarà e quando il piano sarà dettagliato". "In questo momento", ha aggiunto, "c'è soltanto una manifestazione di interesse, il Governo valuterà e ha deciso di valutarlo collegialmente con un organo che il presidente Draghi ha voluto. (Corriere TV)

(LaPresse) – “Sulla base di questi principi, Slc Cgil Fistel Cisl Uilcom Uil auspicano una seria ed approfondita valutazione da parte del Governo al ritorno del “progetto Rete unica”, un’azione fondamentale per non fare perdere all’Italia l’opportunità di recuperare quei ritardi sulla digitalizzazione ed interconnessione che ad oggi la collocano in posizioni di retrovia rispetto a molti Stati Europei. (LaPresse)

"Per questo - conclude - mi aspetto tempi lunghi per quella che sarà una scelta 'politica' e complicata" Per l'analista il "mercato non ha raggiunto i valori dell'offerta degli americani perché aspetta le mosse del governo e degli altri fondi. (Adnkronos)

Per capirsi, in quasi tutte le decine di milioni di case e uffici quel filo che collega al mondo è di proprietà della Tim, società quotata in Borsa e privata dal 1997. Peraltro già ieri le azioni Tim hanno messo la retromarcia, perdendo oltre il 4 per cento, il che significa che anche il mitico mercato sente puzza di fiction. (Domani)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr