AstraZeneca o BioNTech? E’ meglio aspettare se il vaccino non è giusto

La Stampa INTERNO

La vaccinazione contro il Covid-19 nell’Unione Europea procede ancora lentamente: solo il 27% della popolazione sopra i 18 anni ha ricevuto almeno la prima dose, a fronte del 55% negli Stati Uniti.

[1] Accelerare è urgente; ma lo rendono più difficile i dubbi sull’efficacia e sicurezza dei vaccini disponibili.

Questo contenuto è riservato agli abbonati 1€ al mese per 3 mesi Attiva Ora Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 3,50 € a settimana Attiva Ora Tutti i contenuti del sito,. (La Stampa)

La notizia riportata su altri giornali

Lo stop agli under 60. La vaccinazione è proseguita nei giorni successivi al nuovo via libera senza particolari intoppi. L’Italia ha preso atto del provvedimento e nel nostro Paese il vaccino made in Usa non è inoculato attualmente agli under 60. (InsideOver)

A quanto apprende l’Adnkronos Salute, “migliora progressivamente” la 26enne colpita da trombosi cerebrale e ricoverata dal 12 aprile al Policlinico di Milano. Sedici giorni prima di finire in ospedale la ragazza aveva fatto la vaccinazione anti-Covid con AstraZeneca (Italia Sera)

Le esenzioni. “Abbiamo registrato – spiega Franco Luca – un vero e proprio boom di richieste di esenzione per patologia legate alla scelta del vaccino”. Medici sotto scacco. Si tratta di presunte allergie, con l’ombra dei furboni. (Live Sicilia)

Via i dubbi: sì alle seconde dosi programmate con AstraZeneca anche tra gli under 60

All’inizio era destinato esclusivamente agli under 55, poi altrettanto esclusivamente agli over 60, per non parlare del fatto che le decisioni prese al riguardo dai vari paesi della U. Più semplicemente: si pensa , sulla base di chiare evidenze scientifiche, che i vaccini a MRNA possano nuocere alla salute degli over 60? (TargatoCn.it)

Agli over 80 e ai soggetti fragili verrà somministrato il vaccino pfizer. Gli operatori sanitari, dotati di grande sensibilità, stanno facendo i salti mortali per assicurare che ogni dose vada inoculata alle persone giuste. (Gazzetta del Sud - Edizione Catanzaro, Crotone, Vibo)

Sì alle seconde dosi con AstraZeneca. La strada tracciata per il buon esito della campagna vaccinale, che ha finalmente toccato il target delle 500 mila somministrazioni al giorno, dunque, per ora non subirà deviazioni o cambiamenti in corsa. (Prima Saronno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr