Bonus cuccia: Cirinnà vuole tenersi i 24mila euro del cane

Bonus cuccia: Cirinnà vuole tenersi i 24mila euro del cane
Nicola Porro INTERNO

Grande

Pare che, per il combinato disposto di legge elettorale, mala tempora e campi larghi che si rivelano campi di Agramante, in tutto quell’imbarcare di gente assurda, da Totti a Burioni, perché no la tettona che parla in corsivo, a rischiare sia proprio Cirinnà. Sarebbe la prima cosa giusta che azzecca Letta, ma, essendo giusta, è garantito che non la farà.

Fu un momento durissimo per i Montinnà, abbandonati perfino dalla servitù asiatica, “ingrata anche perché in regola con tutti i contributi” (si vede che per la compagna Monica questo era un surplus di cui esser grati). (Nicola Porro)

La notizia riportata su altri media

Ho detto chiaramente che quei soldi sarebbero andati in beneficenza all'Associazione Olympia de Gouges che si occupa di violenza sulle donne nel territorio della bassa Maremma”. "Sono molto dispiaciuta - conclude Cirinnà - che vengano tirati in ballo vicende private della mia famiglia che niente hanno a che vedere con questa storia. (Adnkronos)

Per l'avvocato Gori i 24mila euro "sono un tesoro , quindi spettano al proprietario del fondo". Roma, 5 agosto 2022 - Monica Cirinnà e i 24mila euro trovati l'estate scorsa nella cuccia del cane , nella proprietà di Capalbio (Grosseto) . (QUOTIDIANO NAZIONALE)

A distaza di un anno se ne torna a parlare sulle pagine del Messaggero. Peraltro - spiega nel provvedimento del 20 giugno - anche se si fosse trattato del ritrovamento di un tesoro, ‘esso spetta solo per metà al proprietario del fondo e per metà al ritrovatore: in questo caso, a Fabio Montino e all'operaio Fabio Rosati, per la quota di un quarto ciascuno’ (Tiscali Notizie)

Quel tesoro nella cuccia del cane, Cirinnà reclama i 24mila euro

Dato che la senatrice è legale rappresentante di CapalBiofattoria, secondo il suo legale, i soldi spetterebbero a lei. Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino. ilfaroonline. (Il Faro online)

Quei soldi sarebbero stati destinati dalla nostra associazione a donne vittime di violenza che cercano di tornare ad essere indipendenti, che sperano in un lavoro, in una casa. La somma, che ci sarebbe stata donata per intero, sarebbe stata una risorsa importante". (La Sicilia)

Intanto le banconote contese restano sotto sequestro” conclude l’articolo “Secondo il giudice delle indagini preliminari di Grosseto, però, ‘la richiesta di restituzione della Cirinnà non può essere accolta, poiché opera in questo caso la disciplina delle cose ritrovate’. (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr