Coronavirus, +118 positivi in Calabria nelle ultime 24 ore. Una vittima

Coronavirus, +118 positivi in Calabria nelle ultime 24 ore. Una vittima
CatanzaroInforma INTERNO

I casi confermati oggi sono così suddivisi: Cosenza 6, Catanzaro 1, Crotone 0, Vibo Valentia 5, Reggio Calabria 106, Altra Regione o Stato estero 0.Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 96.Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 537.967 soggetti per un totale di tamponi eseguiti pari a 569.685 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). (CatanzaroInforma)

Ne parlano anche altre fonti

I residenti della zona denunciano una situazione indecorosa dal punto di vista igienico-sanitario, sacchi della spazzatura riversati al bordo della strada e a pochi passi dalle abitazioni. Ci troviamo a Reggio Calabria, esattamente in Via Carrubbara, una zona molto popolosa della città situata nella zona sud. (Stretto web)

Le bande, composte prevalentemente da cittadini italiani ed albanesi, importavano in Lombardia ingenti quantitativi di cocaina, hashish e marijuana che poi distribuivano in varie regioni d’Italia. (BergamoNews.it)

Le loro condizioni, quindi, al momento, non sembrano destare preoccupazioni. Gli ospiti della Rsa “Don Orione” sono adesso in quarantena e la situazione è seguita sia dall’Unità di crisi Covid della Prefettura che dalle Usca dell’Azienda sanitaria. (Quotidiano del Sud)

Covid, a Reggio Calabria focolaio in una rsa: venti gli anziani positivi

Eseguito anche il sequestro preventivo di due unità immobiliari a Milano, di una società, di 3 scooter, di 2 motocicli e di 9 autovetture (Stretto web)

Scende di poco il numero delle persone in isolamento domiciliare (-37), con i guariti che sono aumentati di 142 unità. (Quotidiano del Sud)

Una notizia che amareggia non solo perché si respira nuovamente la paura, ma perché solo poche settimane fa, era stata inaugurata nella casa di riposo “Don Orione” la “Porta degli Abbracci”, realizzata per far ritrovare ai nostri nonni e nonne il calore di un semplice abbraccio, perso con l’emergenza legata al Covid-19, quell’abbraccio che allunga la vita. (LaC news24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr