In Veneto test obbligatori e gratuiti per le badanti in rientro da Paesi extra europei

In Veneto test obbligatori e gratuiti per le badanti in rientro da Paesi extra europei
L'HuffPost L'HuffPost (Interno)

“È una maniera per proteggere gli anziani e i loro familiari”, ha detto Zaia, spiegando che “i tamponi verranno fatti in tempo reale”.

Test obbligatori e gratuiti per le badanti che rientrano in Italia dai paesi extra Ue riprendendo il loro servizio nelle famiglie in Veneto

Ne parlano anche altre testate

Infatti, non c'è l'obbligo per le strutture di accettare il pagamento attraverso il bonus vacanze e quindi è sempre meglio informarsi prima di prenotare. Il bonus può essere speso nelle strutture ricettive aderenti. (VeronaSera)

Non ci dovrebbero essere quindi problemi per il reclutamento degli oltre 900 lavoratori richiesti per il funzionamento della piattaforma logistica. Play Replay Play Replay Pausa Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio Indietro di 10 secondi Avanti di 10 secondi Spot Attiva schermo intero Disattiva schermo intero Skip Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi. (VeronaSera)

La Regione Veneto ha fotografato la situazione Covid 19 nel territorio, ecco qui il documento che analizza la situazione. Questi i numeri dei focolai attivi monitorati per settimana di rilevazione:. settimana 25/5-31/5 (invio 03/06):132 focolai attivi. (la Nuova di Venezia)

Obiettivo, stroncare sul nascere i nuovi focolai per impedire il ritorno dell'emergenza. MARGHERA.Come da copione, il Veneto, superata l'emergenza si ritrova a dover combattere un coronavirus che si presenta in ordine sparso, in piccoli focolai. (la tribuna di Treviso)

Lo ha dichiarato il governatore del Veneto, Luca Zaia, che non vede di buon occhio «quest’aria di gioia». «Ai cittadini dico di fare attenzione: si ricomincia a stringere le mani, evitatelo. (Ascolta la Notizia)

Io sono preoccupato e considero questi numeri un warning, un invito a non prendere la situazione sottogamba. Il bollettino aggiorna anche il numero dei morti totali dall’inizio dell’epidemia, 2.012, e dei dimessi, che salgono a 3.583. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr