Covid Italia e variante Delta, spettro nuova ondata e zona gialla

Covid Italia e variante Delta, spettro nuova ondata e zona gialla
Yahoo Notizie SALUTE

Aumentano i contagi Covid in Europa e in Italia e i casi di variante Delta.

C'è poi la variante Delta e il rischio di una nuova ondata di contagi.

Non è che puoi chiedere il Green pass per andare a prendere il cappuccio al bar la mattina" ha detto Matteo Salvini.

Sul tavolo la situazione determinata dalla diffusione della variante Delta e il conseguente possibile uso allargato del Green pass, sul quale il governo si esprimerà. (Yahoo Notizie)

Ne parlano anche altri media

I vaccini sono efficaci con la doppia dose. Per bloccare questa crescita di ricoveri in terapia intensiva il punto essenziale è di traguardare il prima possibile la vaccinazione con doppia dose”. (TG-PRIMARADIO)

Alla luce delle vacanze estive, soprattutto con l’alto cambio della variante Delta Covit-19, l’Iss ha avvertito: “Il cambio in Italia ad agosto è stato 0,58-0,62 valori (minimi) e valori (massimi) 0.8-1.3 Il numero complessivo di riproduzione (Rt) per la settimana dal 7 al 14 luglio è stato 0,91, rispetto allo 0,66 precedente. (The Teller)

Sale ancora la curva dei contagi da Coronavirus. A livello provinciale sono 35 i nuovi casi registrati dall’Asl. (LA NAZIONE)

Vaccini, Fnomceo: Per over 60 conta fiducia, asse medici famiglia-Asl

Quarantanove nuovi positivi al Covid, di cui 45 con sintomi. Nessun ricovero in terapia intensiva a Reggio, Parma, Imola, Ravenna, Forlì e Cesena.Nella giornata di domenica 18 luglio non si sono registrati nuovi decessi (La Gazzetta di Reggio)

All’Asl i contagi individuati sono stati 17, in calo rispetto a sabato ma anche con una sensibile riduzione nel numero dei tamponi effettuati, che sono stati 381. E’ stata una domenica ’normale’ sul fronte della lotta al Covid, Perché dai report quotidiani di Scotte e Asl Toscana Sud Est emerge un quadro sostanzialmente stabile rispetto a ieri, anzi con una lieve diminuzione di pazienti ricoverati e di nuovi positivi. (LA NAZIONE)

(LaPresse) – “Tra chi non si è ancora vaccinato ci sono varie categorie, in primis i giovani che hanno avuto meno tempo per potersi vaccinare e metabolizzarne l’importanza. Per me qui possono agire i medici di famiglia con un programma di intervento delle Asl: proprio le Asl possono trasmettere gli elenchi dei non immunizzati. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr