La droga per lo spaccio nascosta con una calamita sotto la macchina

RomaToday INTERNO

A scoprirlo i carabinieri della Compagnia di Pomezia che hanno arrestato, in flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un ragazzo di 28 anni originario di Roma, e denunciato il complice.

Nella sua abitazione, poi, i carabinieri hanno rinvenuto un bilancino di precisione ed ulteriori 1.125 euro, anch’essi posti sotto sequestro

Nel borsello, inoltre, il giovane veniva trovato in possesso di 755 euro in contanti, verosimile provento dell’attività di spaccio. (RomaToday)

Ne parlano anche altre testate

Bari, 15/07/2021 – (gazzettamezzogiorno) Scacco al gruppo in affari di droga e armi. Sono 17 le misure cautelari eseguite: 13 in carcere e 4 agli arresti domiciliari. (StatoQuotidiano.it)

L'operazione della Squadra mobile, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia, riguarda una presunta organizzazione criminale che avrebbe gestito il traffico e lo spaccio di droga nel quartiere San Pasquale di Bari. (La Repubblica)

Controlli dei carabinieri, scattano segnalazioni e sequestro di droga. Caltanissetta – Giro di vite sul territorio da parte dei carabinieri. E alla fine delle operazioni è arrivato il sequestro di droga e la anche un paio di segnalazioni. (castelloincantato.it)

Le accuse, a vario titolo, sono di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, aggravata dalla disponibilità di armi, oltreché di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina, eroina, ecstasy, hashish e marijuana. (BariToday)

I 17 rispondono, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, aggravata dalla disponibilità di armi. Il gruppo tra il 2017 e il 2019 avrebbe monopolizzato il mercato della droga nel quartiere San Pasquale di Bari, trasformando un complesso di edilizia popolare, in via Dei Mille, in una vera e propria roccaforte per l’attività di spaccio. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Secondo gli inquirenti lo stupefacente sul mercato avrebbe fruttato circa 1,5 milioni di euro. Ora l’inchiesta prosegue per capire da dove venisse e a quali piazze di spaccio fossero destinati hashish e marijuana, quali collegamenti con la criminalità organizzata. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr