;

Foggia, bomba davanti un centro anziani. L’appello del testimone anti-mafia: «Basta, cambiate vita, così non si ottiene nulla»

Foggia, bomba davanti un centro anziani. L’appello del testimone anti-mafia: «Basta, cambiate vita, così non si ottiene nulla»
Open Open (Interno)

È il messaggio rivolto ai suoi attentatori da Luca Vigilante, presidente del gruppo “Sanità Più” che gestisce il centro diurno per anziani “Il Sorriso di Stefano”.

La reazione. «Basta, cambiate vita, così non si ottiene nulla».

A piazzare la bomba sarebbe stata una sola persona incappucciata.

Luca Vigilante ed il suocero Paolo Telesforo sono parti offese mentre Cristian Vigilante è testimone nel processo chiamato ‘Decima Azione’ a carico di 29 presunti esponenti della mafia foggiana.

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti