Vendeva auto in frode al fisco, truffa da sei milioni di euro scoperta dalla Guardia di Finanza

CBlive - La città di Campobasso in diretta ECONOMIA

I finanzieri della compagnia della Guardia di Finanza di Campobasso, all’esito di accertamenti economico-finanziari, hanno scoperto una frode fiscale, con sommerso d’azienda, per 6 milioni di euro.

Più in particolare, al centro degli accertamenti un’azienda operante nel settore del commercio di autoveicoli ed ingenti ricavi sottratti al fisco.

L’attività si inserisce nell’ambito dei piani operativi del corpo, sottesi al contrasto alle frodi fiscali e ai traffici illeciti, anche in tempi di Covid-19. (CBlive - La città di Campobasso in diretta)

Ne parlano anche altri media

Sotto accertamenti un’azienda che opera nel settore del commercio di autoveicoli. L’attività, da quanto riporta un comunicato della Guardia di Finanza di Campobasso, si inserisce nell’ambito dei piani operativi del corpo, sottesi al contrasto alle frodi fiscali e ai traffici illeciti, anche in tempi di covid-19. (Molise Network)

Le risorse destinate al cashback sono un investimento e servono a favorire un forte recupero di risorse economiche". Il cashback incentivando l uso della moneta elettronica costituisce uno degli strumenti per contrastare con determinazione questo fenomeno. (Il Messaggero)

Al termine delle attività ispettive, le fiamme gialle genovesi hanno segnalato alla Procura della Repubblica del capoluogo ligure i due soggetti per il reato di omessa presentazione della dichiarazione dei redditi da parte delle due società “esterovestite” che, nel periodo dal 2014 al 2019, hanno sottratto al fisco italiano redditi per circa 21 milioni di euro, omettendo il pagamento delle imposte per oltre 5,5 milioni di euro. (LaVoceDiGenova.it)

(Adnkronos) - "In Italia ci sono 110 miliardi di evasione all’anno e la lotta all’evasione deve essere la priorità assoluta. "Sarebbe una beffa se un eventuale cambio di destinazione di queste somme premiasse gli evasori fiscali anziché rafforzare la lotta all’evasione stessa (SassariNotizie.com)

Parte dei proventi illeciti accumulati dal professionista, pari a circa 2 milioni di euro, era stata reinvestita nell’acquisto di immobili, imbarcazioni, automobili, oltre che in imprese e attività finanziarie estere. (Vivere Italia)

Rai - Radiotelevisione Italiana Spa. Sede legale: Viale Mazzini, 14 - 00195 Roma | Cap. Euro 242.518.100,00 interamente versato. Cap. (TGR – Rai)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr