Violenza domestica e femminicidi sono in aumento

Violenza domestica e femminicidi sono in aumento
Il Manifesto INTERNO

Di queste, 93 sono state uccise in ambito «famigliare/affettivo» e in particolare 63 sono morte per mano di partner o ex.

Nella estrapolazione statistica degli omicidi volontari, il dato delle uccise per mano maschile verso le donne – di cui si occupa anche l’ultimo documento prodotto dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio, nonché su ogni forma di violenza di genere – viene confrontato con lo stesso periodo dell’anno precedente. (Il Manifesto)

Su altre fonti

La mappa: un database per non dimenticare Cecilia è l’ultima vittima. (La Stampa)

Donne uccise in quanto donne, donne percepite come una “proprietà”. Nell’ultima settimana, infatti, abbiamo detto addio a quattro donne e a tre bambini, a causa di partner o ex partner. (Corriere della Sera)

Quanto meno nel sistema giuridico che, a rigor di logica, dovrebbe essere il primo a porsi in posizione di difesa di una presunta vittima di violenza di genere. A partire dal primo poliziotto che accoglie una donna in cerca di un riparo, fino al giudice dell’ultimo grado di processo. (Today)

Perché le donne vittime di violenza non vengono tutelate dalla giustizia

Tant'è che «Questo non è amore», il report della Polizia, avverte che il 62 per cento dei reati avviene tra le mura domestiche e aggiunge che. Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati (ilmattino.it)

La senatrice Valente, relatrice della relazione, segnala a Open la presenza di criticità nella risposta giudiziaria ai femminicidi. Credere alle donne, dobbiamo creare un clima in cui alle donne che denunciano si crede, punto e basta (Open)

Fatto reso più grave se si considera che circa due donne su tre vivono nel silenzio le aggressioni che precedono il femminicidio. Buona parte del rapporto sulle donne uccise in italia per «motivi di genere» si concentra sulle criticità nell’operato della polizia giudiziaria. (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr