Navalny resta in carcere, respinto il ricorso

Navalny resta in carcere, respinto il ricorso
AGI - Agenzia Giornalistica Italia ESTERI

Per il suo tentato omicidio, Navalny ha accusato i servizi segreti russi e il Cremlino direttamente.

Navalny affronta oggi anche un'altra sentenza, nell'ambito di un secondo procedimento penale aperto a suo carico con l'accusa di diffamazione di un veterano di guerra.

In aula oggi il giudice ha comunque lievemente ridotto la sentenza, 'scontando' le sei settimane trascorse da Navalny agli arresti domiciliari da dicembre 2014 a febbraio 2015. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

Su altre fonti

Sabato 20 febbraio 2021 - 13:21. Confermata in appello la condanna al dissidente Navalny. A due anni e otto mesi di carcere. (askanews)

La Corte d'appello di Mosca ha confermato la condanna di primo grado di due anni e otto mesi di carcere inflitta ad Alexei Navalny, accusato di aver violato la libertà vigilata per un caso di frode risalente al 2014. (Quotidiano.net)

In aula oggi il giudice ha comunque lievemente ridotto la sentenza, ‘scontando’ le sei settimane trascorse da Navalny agli arresti domiciliari da dicembre 2014 a febbraio 2015. Mosca ha subito bollato la sentenza di Strasburgo come “ingerenza senza precedenti” nella giustizia russa (L'agone)

Caso Navalny; tribunale Mosca conferma carcere per l' oppositore

Caso Navalny; tribunale Mosca conferma carcere per l'oppositore (Di sabato 20 febbraio 2021) Il tribunale di Mosca oggi ha deciso che Alexi Navalny, il dissidente arrestato il 17 gennaio scorso, dovrà restare in carcere per i prossimi due anni e mezzo concedendogli solo uno sconto di pena di . (Zazoom Blog)

l futuro politico dell'oppositore Alexey Navalny non è affare del Cremlino: così il portavoce di Putin ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano delle prospettive del rivale numero uno di Putin dopo che oggi un tribunale di Mosca gli ha confermato una pena detentiva a due anni e mezzo che molti osservatori ritengono di matrice politica. (RagusaNews)

Chiuso il capitolo della fiducia a Draghi, altro tema divisivo sono le sette commissioni di indirizzo, vigilanza e controllo. Non che finora si siano evitati, in momenti di tensione, passaggi da un partito all'altro (come da FI a FdI, da FI a Lega, da FdI a Lega). (Yahoo Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr