Mi Rifiuto e Carabinieri Forestale in azione a Terni e ad Acquasparta

Mi Rifiuto e Carabinieri Forestale in azione a Terni e ad Acquasparta
Terni in rete INTERNO

Oggi alle 14,30 di nuovo in campo pe ripulire il sottopasso di viale Battisti a Terni

Sul posto insieme a Mi Rifiuto sono intervenuti , la protezione civile del comune di Acquasparta, il gruppo “La rosa dell’Umbria” con un camion dotato di una gru, l’associazione “Surf the Power”.

Ad Acquasparta i volontari sono invece intervenuti in un tratto della Strada Regionale 418 per bonificare una scarpata ricoperta di rifiuti, prima che l’ANAS potesse procedere ad installare una rete di protezione al fine di rendere più difficile il ripetersi di questi gesti. (Terni in rete)

La notizia riportata su altri giornali

Le azioni di sanificazione dei mezzi di trasporto "non dovranno inoltre essere effettuate presso le aree adiacenti al forno crematorio e deposito temporaneo ma rinviate presso idonei impianti e attrezzature predisposte". (Corriere dell'Umbria)

LO SPOT DEL PROGRAMMA. https://fb.watch/3NBbV_yR7U/. Per seguire Arianna. LE CREAZIONI VEGANE DI ARIANNA SU FACEBOOK. https://www.facebook.com/lecreazioniveganediarianna. OPPURE LE CREAZIONI VEGANE DI ARIANNA SU INSTAGRAM. (Terni in rete)

Condividi questo articolo su In zona c’è in corso una riqualificazione – c’è chi è in attesa di capire quando verrà realizzata l’area cani, necessaria dopo l’eliminazione di quella che era presente sotto le mura del parco La Passeggiata – per la nuova pista ciclabile. (umbriaON)

Covid: età e spostamenti, la marcia parallela della provincia di Perugia e di quella di Terni

Aumentano gli attuali positivi di 81 casi (8.520 in totale). Il Covid in Umbria uccide senza pietà, altri 13 morti. Ancora morti in Umbria. (Umbria Journal il sito degli umbri)

Anche qui c’è attesa per la campagna vaccinale: «L’auspicio è che ci siano risorse per tutti. Di certo a Poggiodomo non c’è il costante caos che caratterizza la capitale. (umbriaON)

Indicazioni simili dalla curva sugli spostamenti verso i parchi e, in misura inferiore, verso i luoghi di lavoro. «Anche in questo caso – aggiunge la dottoressa Bietta – gli abitanti delle due province si comportano in modo nettamente diverso» (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr