Covid, cos'è l"effetto paradosso" tra vaccinati: la risposta dell'Iss

Covid, cos'è leffetto paradosso tra vaccinati: la risposta dell'Iss
Più informazioni:
Virgilio Notizie SALUTE

Covid, cos'è l"effetto paradosso" tra vaccinati: la risposta dell'Iss L'Iss ha voluto chiarire sul proprio sito il paradosso rappresentato dal numero di contagi e ricoveri tra i vaccinati. Di fronte a una campagna vaccinale man mano sempre più estesa, i numeri di contagi e ospedalizzazioni da Covid-19 tra vaccinati possono essere simili a quelli tra non vaccinati.

“In questi casi, l’incidenza, però, (intesa come il rapporto tra il numero dei casi e la popolazione), è circa dieci volte più bassa nei vaccinati rispetto ai non vaccinati. (Virgilio Notizie)

La notizia riportata su altri giornali

In gruppi di popolazione con una copertura vaccinale altissima, la maggior parte dei casi segnalati si potrebbe così verificare in soggetti vaccinati, solo perché la numerosità della popolazione dei vaccinati è molto più elevata di quella dei soggetti non vaccinati”. (IVG.it)

Nel farlo ho dovuto cercare le ultime dichiarazioni rilasciate dal presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro. Ma i motori di ricerca che danno risalto a siti come Imola Oggi sono la dimostrazione pratica della mancanza di efficacia degli algoritmi nel contrastare la disinformazione. (Bufale Un Tanto Al Chilo)

La vaccinazione anti-COVID-19, «come accade per tutte le vaccinazioni, non protegge il 100% degli individui vaccinati. Questo quanto afferma l’Istituto superiore di Sanità (Iss) che ha pubblicato l’aggiornamento delle FAQ in relazione all’analisi dei casi Covid-19 registrati tra i vaccinati. (Gazzetta di Parma)

Covid, casi «anche tra vaccinati ma incidenza 10 volte più bassa»: le precisazioni Iss

Dunque i vaccini sono efficaci nel ridurre il rischio di infezione» Non c'è dubbio, concludono gli esperti, che «la percentuale dei casi tra i vaccinati è largamente inferiore alla percentuale dei casi tra i non vaccinati». (ilGiornale.it)

Tuttavia, come riscontrato anche dagli ultimi dati, non si può escludere che chi è vaccinato con due dosi «possa contrarre il virus e trasmetterlo. Con l’aumento dei contagi da Coronavirus, l’obiettivo dell’esecutivo è quello di spingere sulle vaccinazioni per tenere sotto controllo la pandemia ed evitare ulteriori chiusure. (Open)

Ecco appunto il "paradosso" sul quale l'Istituto superiore di sanità ci tiene a far luce. «La vaccinazione anti Covid-19, come accade per tutte le vaccinazioni, non protegge il 100% degli individui vaccinati», premette l'Iss. (LaC news24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr