In Lombardia numeri non buoni. Fontana: "Sono preoccupato"

In Lombardia numeri non buoni. Fontana: Sono preoccupato
L'HuffPost L'HuffPost (Interno)

“Lunedì abbiamo mandato all’organismo tecnico una richiesta per sapere se le linee guida debbano essere confermate” e non sono arrivate risposte.

A cinquemila al giorno, considerato i 10 milioni di lombardi ci vorrebbero “quasi tre anni di tempo” ha concluso.

Su altri media

«Noi abbiamo una necessità spasmodica di mascherine – ha detto Fontana – è la cosa di cui si lamentano giustamente tutti. Quindi, ha concluso Fontana, «direi che siamo ancora in linea» con i numeri dei giorni scorsi. (Open)

Il numero è aumentato un po' troppo rispetto alla linea dei giorni scorsi. "Abbiamo rispettato i protocolli dell'Istituto superiore di sanità, cioè che i tamponi si facciano solo ai sintomatici". (La Repubblica)

Sono 27 i ricoveri giornalieri in terapia intensiva, mentre sono 655 gli accessi nei reparti normali. «Dovremo valutare se è un fatto eccezionale determinato da qualche episodio particolare o se è un trend in aumento, il che sarebbe un po’ imbarazzante», ha detto Fontana. (Lettera43)

Fonte: LNews Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev Così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, durante la conferenza stampa quotidiana sugli aggiornamenti riguardo all'emergenza coronavirus. (Il Messaggero)

Come crescono i ricoveri: 655 in più nelle ultime ventiquattro ore, ma, per fortuna, quelli in terapia intensiva sono stati solo 27. Gli esercizi commerciali controllati sono stati 4779; quattro gli esercenti denunciati e cinque quelli che si sono visti sospendere l'attività. (La Repubblica)

È la stessa cosa che il centrodestra, a livello nazionale, ha imputato a Conte. Se a livello regionale ci fosse stata la stessa collaborazione instaurata a livello nazionale, avremmo potuto dare il nostro apporto per fronteggiare questa grave situazione. (LA NOTIZIA)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti