L'Emilia Romagna torna arancione. Bonaccini: 'Forse conviene lockdown'

L'Emilia Romagna torna arancione. Bonaccini: 'Forse conviene lockdown'
La Pressa INTERNO

Sta “crescendo la diffusione delle cosiddette varianti, i 21 parametri determineranno la scelta che dovrà fare il ministro”

Per quanto riguarda l’Emilia-Romagna, ribadisce il presidente, “temo seriamente che da domenica potremmo diventare arancione, non solo noi ma anche altre regioni”.

“Se solo un lockdown serio può fermare le varianti?

Dovrebbero infatti passare da ‘gialle’ ad ‘arancioni’ le Regioni Molise, Campania ed Emilia Romagna, mentre andrebbero in ‘rosso’ Bolzano e l’Umbria. (La Pressa)

Su altre testate

Ora è ufficiale, l’Emilia-Romagna torna in zona arancione a partire da domenica 21 febbraio. “Al momento non è previsto un cambio di strategia” ha risposto il direttore della prevenzione Gianni Rezza, anche se l’ultima parola su questo spetterà al nuovo governo. (Teleromagna24)

Al momento gli Stati Uniti hanno somministrato una media di 1,7 milioni di dosi al giorno. A causa dell’ondata di maltempo, molti centri di vaccinazione sono stati costretti a chiudere temporaneamente, dal Texas al New England, e ha bloccato e rallentato le spedizioni delle dosi necessarie. (LaPresse)

“Ne ho già parlato con i ministri Gelmini e Speranza, per capire se non valga la pena una restrizione omogenea di qualche settimana. Così Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna e della conferenza delle Regioni a Sky Tg24. (Orizzonte Scuola)

Emilia Romagna verso la zona arancione. Bonaccini propone un “lockdown nazionale”

Così il Sindacato Italiano Appartenenti Polizia (Siap) dell'Emilia-Romagna interviene tramite una nota firmata dal segretario regionale Sandro Chiaravalloti. "Da quello che apprendiamo in alcune regioni hanno iniziato a vaccinare gli appartenenti alle forze di polizia e al settore scuola, così come era previsto. (IlPiacenza)

Il lockdown che ci fu a marzo/aprile - ha proseguito Bonaccini - teneva chiuso tutto nel paese». Bonaccini ne ha parlato già «ieri con la neo ministra agli Affari Regionali Gelmini», ha sentito «il ministro Speranza per capire», e quindi è giunto alla conclusione che occorra «valutare se valga la pena fare qualche settimana di restrizioni omogenee»: «L’importante è parlare e trovare assieme le risposte migliori», conclude (Corriere della Sera)

A questo proposito, quelle più a rischio sarebbero (oltre all’Emilia Romagna) Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Marche Per quanto riguarda l’Emilia Romagna – ha quindi concluso – temo seriamente che da domenica potremmo diventare zona arancione, non solo noi ma anche altre regioni”. (Libertà)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr