Palermo: nuovi guai per la giunta Orlando, sfiduciato l'assessore Catania

Palermo: nuovi guai per la giunta Orlando, sfiduciato l'assessore Catania
Approfondimenti:
La Sicilia INTERNO

l consiglio comunale di Palermo ha votato ieri sera la sfiducia nei confronti dell’assessore alla Mobilità Giusto Catania, esponente di Sinistra Comune più volte al centro di polemiche per le sue posizioni su Ztl e altre iniziative legate ai trasporti pubblici.

Per Dario Chinnici e Gianluca Inzerillo, capigruppo di Italia Viva e Iv-Sicilia Futura, «la mozione di sfiducia all’assessore Catania, votata quasi all’unanimità dal consiglio comunale di Palermo, è l’esito scontato di un’esperienza amministrativa costellata di fallimenti. (La Sicilia)

Su altri giornali

Pronta la mozione di sfiducia, invitiamo tutti i consiglieri di opposizione a sottoscriverla per restituire la parola ai palermitani il prima possibile”. Lo dichiara Francesco Scarpinato, capogruppo e coordinatore cittadino del partito di Giorgia Meloni (Live Sicilia)

Dal consiglio comunale di Palermo arriva la sfiducia a Giusto Catania. Giusto Catania, che non era presente alla seduta del Consiglio, per il momento resterà al suo posto avendo incassato nelle scorse ore, lui e l'intera giunta, il sostegno di Orlando (Giornale di Sicilia)

Lo dicono Dario Chinnici eGianluca Inzerillo, capigruppo di Italia Viva e Iv-Sicilia Futura al consiglio comunale di Palermo Dopo la sfiducia a Giusto Catania sarà la volta di altri, tra cui Fabio Giambrone, vicesindaco e delfino di Leoluca Orlando (Livesicilia.it)

Comune, Catania incassa la sfiducia del Consiglio ma rilancia: "Non mi dimetto"

Il consiglio comunale di Palermo ha votato ieri sera la sfiducia nei confronti dell’assessore alla Mobilità Giusto Catania, esponente di Sinistra Comune più volte al centro di polemiche per le sue posizioni su Ztl, strisce blu, piste ciclabili e altre iniziative legate ai trasporti pubblici. (BlogSicilia.it)

Sinistra Comune, Pd e Avanti insieme non parteciperanno più a lavori d'aula snervanti e improduttivi, durante i quali si istruiscono processi sommari a funzionari, dirigenti, assessori, segretario generale, minando continuamente la credibilità delle Istituzioni", dicono Barbara Evola, capogruppo di Sinistra Comune, Rosario Arcoleo capogruppo del Pd, e Valentina Chinnici, capogruppo di Avanti Insieme. (Giornale di Sicilia)

L'atto però non ha una ricaduta "pratica" perché la legge prevede un provvedimento simile solo contro il sindaco. “Apprendiamo - scrive in una nota Italia Viva Palermo - che Giusto Catania non avrebbe intenzione di dimettersi e che avrebbe commentato la sua sfiducia con un tweet dove scrive ‘una risata vi seppellirà’ (PalermoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr