A Olbia gara senza ritorno sarà sfida all’ultimo voto

A Olbia gara senza ritorno sarà sfida all’ultimo voto
La Nuova Sardegna INTERNO

E da quella delle 23: 44,50% contro il 66,70% di cinque anni fa.

Al primo turno votarono in 31.295, il 66,70% degli aventi diritto, scesi a 25.640 al secondo turno, il 54,65%.

Allora Gianni Giovannelli vinse al primo turno con il 52,37%, lasciando dietro di sé Settimo Nizzi con il 43,24%.I candidati di Olbia, Nizzi e Navone, hanno votato ieri mattina

La macchina del voto avanza a passo lento rispetto a cinque anni fa. (La Nuova Sardegna)

Se ne è parlato anche su altri media

Delega che, però, potrebbe andare anche ad Alessandro Fiorentino dei Riformatori, rimettendo in discussione in questo modo le quote rose della giunta In giunta dovrebbe rientrare anche Simonetta Lai, che potrebbe però assumere il ruolo della Cultura e Istruzione, insieme alla collega di lista (Lista Nizzi) Ivana Bolacchi che potrebbe essere delegata alla polizia locale e Protezione civile. (Gallura Oggi)

A Carbonia Pietro Morittu eletto col 65,75 per cento, Luca Pizzuto ha ottenuto il 21,31 e Daniela Garau il 12,95. Unica eccezione Nureci, in cui non è stato raggiunto il quorum e dove quindi arriverà il commissario. (L'Unione Sarda.it)

Male il Movimento 5 Stelle che passa da 4000 e passa voti del 2016 ai 1307 del 2021: c'è da dire che i pentastellati olbiesi pagano sulla loro pelle le questioni nazionali. A sbancare nella Grande Coalizione sono state due liste: Olbia Democratica con 3752 voti e la Liberi 2632 voti: queste due liste costituiranno, presumibilmente, l'ossatura della prossima opposizione comunali. (Olbiapuntoit)

Olbia, Navone: «Gruppo unico in Consiglio e tra la gente con una scuola sociale»

Nizzi ha vinto grazie a una campagna elettorale improntata sulla continuità amministrativa con lo sguardo rivolto al futuro, con grandi opere da completare e altre da realizzare. Settimo Nizzi vince le elezioni di Olbia e cancella le velleità della Grande Coalizione guidata dal direttore dell’Area Marína Protetta di Tavolara, Augusto Navone. (Olbianova.it)

Con i risultati delle elezioni ormai in archivio, dopo la vittoria del sindaco uscente Settimo Nizzi si scatena anche l’ironia sui social. E cosi nelle bacheche e sui cellulari circola insistentemente un fischietto con la foto del primo cittadino, a ricordare l’ormai famoso “fruscia fruscia”, pronunciata proprio da Nizzi all’indirizzo dei sostenitori dell’avversario politico durante il confronto politico del ’97 con Giampiero Scanu. (Gallura Oggi)

Augusto Navone candidato sindaco sconfitto da Settimo Nizzi, analizza il voto e guarda avanti. Riteniamo che il nostro progetto abbia la forza per poter parlare anche a chi non ha scelto né noi né la controparte. (La Nuova Sardegna)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr