Rinviate le nomine dei sottosegretari, tutti i partiti ora puntano al Tesoro

Rinviate le nomine dei sottosegretari, tutti i partiti ora puntano al Tesoro
Per saperne di più:
La Stampa INTERNO

Tanto più se i partiti sono tanti e le richieste per ovvie ragioni si moltiplicano.

Da incrociare cercando di scontentare al minimo gli azionisti del governo e seguendo i due criteri fissati dal capo del governo.

Mario Draghi ieri ha cominciato a capire sulla propria pelle cosa significhi avere a che fare con i partiti e con le loro richieste.

Un difficile gioco a incastri che potrebbe costare il sacrificio a un big come Stefano Buffagni, pure molto stimato dagli altri partiti. (La Stampa)

Ne parlano anche altri media

Tra poche ore il rebus dei sottosegretari potrebbe essere risolto. In corsa per Forza Italia c'è Valentino Valentini, uno dei fedelissimi di Arcore ed esperto di politica estera (la Repubblica)

Parole che hanno creato qualche imbarazzo a Palazzo Chigi, con Draghi che aveva invitato nei giorni scorsi a non rilasciare ancora dichiarazioni in questo senso. Incassata la fiducia al Senato e alla Camera con un’ampia maggioranza, per Mario Draghi rimane da sciogliere il nodo della nomina dei viceministri e dei sottosegretari. (Money.it)

Inoltre c’è da decidere chi fra i sottosegretari avrà poi la delega da viceministro. Alla fine deciderà Mario Draghi e tutti dovranno accettare, perché la vicenda dei sottosegretari non si risolve se si lascia la riffa in mano ai partiti in preda a contorsioni interne. (Il Messaggero)

Sottosegretari, sui partiti l’incognita Draghi

IL PUZZLE DEI SOTTOSEGRETARI. Quanto ai sottosegretari, il puzzle è affidato al sottosegretario alla presidenza del Consiglio Roberto Garofoli in contatto costante con i partiti per raccogliere le rose di nomi. (Il Giorno)

È questo il metodo con cui sta lavorando il governo Draghi per arrivare alla nomina dei 40 sottosegretari, ultimo passaggio per completare la squadra dell’esecutivo. Stop agli spostamenti tra regioni fino al 27 marzo, la proroga nel nuovo decreto Covid (Sky Tg24 )

di Ettore Maria Colombo A meno di accelerazioni improvvise, è difficile che la partita dei sottosegretari si chiuda oggi. Sul tavolo del sottosegretario alla presidenza, Roberto Garofoli, cui il premier ha passato il dossier, giacciono i desiderata dei partiti di maggioranza. (QUOTIDIANO.NET)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr