Mentre la Borsa di Milano tenta il recupero si scalda un titolo pronto a balzare in alto

Mentre la Borsa di Milano tenta il recupero si scalda un titolo pronto a balzare in alto
Proiezioni di Borsa ECONOMIA

Quindi attenzione a ritorni del titolo sotto i 15 euro

Piazza Affari balla sui 23 mila punti. La seduta di ieri ha mostrato il grado di resilienza della Borsa di Milano.

Il superamento dei 16,35 euro spingerebbe immediatamente i prezzi a 17,02 euro, livello al quale chiuderebbe un gap aperto il 9 marzo scorso.

Mentre la Borsa di Milano tenta il recupero si scalda un titolo pronto a balzare in alto. (Proiezioni di Borsa)

Su altri media

Milano, 24 feb. Sul Ftse Mib, che ha terminato a 23.098,15 punti (+0,69%), spiccano anche le performance di Leonardo ed UniCredit, salite rispettivamente del 4,02 e del 2,74% per cento. (Adnkronos)

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Telecom Italia (+7,61%), Inwit (+2,94%), Unicredit (+1,84%) e Stellantis (+1,67%). Leggermente positivo il FTSE Italia Mid Cap (+0,52%); come pure, in frazionale progresso il FTSE Italia Star (+0,35%). (QuiFinanza)

Numeri che, seppur in calo, sono risultati superiori al consensus, con ricavi consolidati scesi dell’11% a cambi costanti a a 1.440,4 milioni ma superiori del 3,9% rispetto alle attese e con un l’utile netto diminuito del 16,3% a 300,4 milioni, al di sopra tuttavia dei 199 milioni previsti dagli analisti. (Il Cittadino on line)

Borsa Milano chiude negativa, rally di Atlantia

In lieve rialzo lo spread del rendimento fra titoli di Stato decennali italiani e tedeschi intorno ai 97 punti base. "Le borse tentano un recupero dopo la volatile giornata di ieri. (Yahoo Finanza)

Chiusura in rialzo anche per Banca Generali (+1,1%), Banca Mediolanum (+1,1%), Cnh Industrial (+1,8%), Eni (+1,7%), Italgas (+0,5%), Pirelli (+4%), Poste Italiane (+2,6%), Saipem (+3,5%), Telecom Italia (+0,8%), Tenaris (+3,8%) e Unipol (+0,8%) Da Wall Street è attesa la trimestrale di Home Depot, mentre a Piazza Affari quelle di Telecom Italia e Sanlorenzo. (Il Sussidiario.net)

Deboli anche le banche con il -0,18% di UniCredit ed il -0,4% messo a segno da Intesa Sanpaolo. L’operazione, finalizzata al delisting della società, prevede un corrispettivo di 25,6 euro ad azione, più 28% sul prezzo di chiusura di venerdì. (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr