L'autotrasporto contesta esenzione del Green Pass per autisti stranieri - TrasportoEuropa

TrasportoEuropa INTERNO

Già nella serata del 14 ottobre, Unatras ha diramato una nota con cui “ritiene inaccettabile che il Governo preveda un regime alternativo sulla normativa del Green Pass a unico vantaggio delle imprese estere!”.

Unatras conclude affermando che “nelle prossime ore, valuterà che decisioni assumere e quali indicazioni dare ai propri associati”

I rappresentanti degli autotrasportatori, viceversa, chiedono la certificazione anche per gli stranieri, per evitare distorsioni alla concorrenza. (TrasportoEuropa)

La notizia riportata su altri media

«Nessuna polemica – premette -, ma la constatazione di una situazione esplosiva: domani, venerdì 15 ottobre, non sappiamo chi si presenterà al lavoro, perché il decreto ci permette di sapere solo chi ha il Green Pass. (Nordest24.it)

Ora si scopre che la normativa sul lasciapassare obbligatorio fa pure figli e figliastri del lavoro. Il tutto si tradurrà in circa 320mila ore di ritardo nella consegna dei pacchi rispetto agli standard giornalieri (StatoQuotidiano.it)

E da quel momento, nessun camion è entrato nel terminal, mentre all’estero si è creato un intasamento che raggiunge il casello dell’autostrada A10. Un fattore che potrebbe allentare la tensione è la fine dello sciopero dei portuali, ma su questo fronte non si vedono spiragli. (TrasportoEuropa)

Sciopero contro il Green Pass: monitoraggio nei porti. Il capoluogo friulano rischia di essere una polveriera. “Se gli autotrasportatori esteri potranno venire in Italia senza il green pass e questo verrà invece imposto alle imprese italiane, valuteremo di invitare le imprese a fermare i camion. (Today.it)

PORTUALI E GREEN PASS. Da Trieste, 'perno' mediatico del sistema portuale in queste ore, arriva il messaggio perentorio di Stefano Puzzer, portavoce dei portuali locali: "Blocchiamo tutto, il governo deve rendersi conto. (Adnkronos)

Quindi Londra tenta un’altra via: allentare, sempre in modo provvisorio, i limiti al cabotaggio stradale, permettendo ai vettori stranieri di svolgere più viaggi nel territorio britannico. (TrasportoEuropa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr