Evasione fiscale, maxi blitz nel nord Italia: 18 persone arrestate e 250 conti sequestrati. Un arresto anche a Piacenza

Evasione fiscale, maxi blitz nel nord Italia: 18 persone arrestate e 250 conti sequestrati. Un arresto anche a Piacenza
Piacenza24 INTERNO

Sono 18 le persone arrestate nell’ambito di un’inchiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Brescia accusate a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati tributari o di appropriazione indebita.

Come detto sono 18 gli arresti scattati questa mattina nell’ambito dell’inchiesta del sostituto procuratore Roberta Panico della Dda di Brescia.

Di queste 15 sono finite in carcere e 3 agli arresti domiciliari. (Piacenza24)

La notizia riportata su altri media

(LaPresse) Maxi blitz questa mattina nelle province di Brescia, Milano, Bergamo, Mantova, Lodi, Alessandria, Novara, Varese, Parma, Piacenza, dei carabinieri del comando provinciale di Brescia. (Il Mattino)

Sono poi 11 le ordinanze di interdizione dalla professione dell’attività di imprenditore commerciale e amministratore di imprese commerciali per un anno e 51 i sequestri di beni mobili e immobili, finalizzati alla confisca, per una somma complessiva pari a circa 13 milioni di euro quale provento delle attività illecite Di queste 15 sono finite in carcere e 3 agli arresti domiciliari. (Adnkronos)

L’indagine, denominata Sweet Water, trae origine dal sequestro di 31 kg di hashish con contestuale arresto di 3 pregiudicati. Gli arresti si erano verificati il 22 luglio 2018 a Rezzato (Brescia) dai carabinieri di Brescia. (Radiogold)

Evasione fiscale, blitz anche a Piacenza: 18 arresti e sequestrati 250 conti

Sono 18 gli arresti scattati nell'ambito dell’inchiesta del sostituto procuratore Roberta Panico della Dda di Brescia. (Gazzetta del Sud)

Sono state anche accertate e contestate condotte relative alla detenzione ai fini dello spaccio di ingenti quantitativi di droga, ed in particolare hashish e cocaina. Diciotto arresti sono scattati nell’ambito di un’inchiesta del sostituto procuratore Roberta Panico della Dda di Brescia su un’associazione per delinquere finalizzata all’evasione fiscale. (gazzettadimilano.it)

Sono state anche accertate condotte relative alla detenzione ai fini dello spaccio di ingenti quantitativi di stupefacenti (hashish e cocaina). Sono intuito 15 le persone finite in carcere (11 per associazione per delinquere), 3 quelle finite agli arresti domiciliari. (IlPiacenza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr