Sconto in fattura, le nuove norme anti frode incastrano il fornitore: se l'Agenzia delle entrate annulla la cessione del credito sarà quest'ultimo a dover riscuotere il sopravvenuto credito verso il cliente

Irpinia TV ECONOMIA

Nel caso in cui l’Agenzia delle entrate annulla gli effetti dell’opzione per la cessione del credito al fornitore che ha applicato lo sconto, sarà quest’ultimo a dovere riscuotere il sopravvenuto credito verso il cliente.

E’ del tutto evidente che nel caso in cui il cliente dovesse avere difficoltà nel corrispondere l’intero importo della prestazione non più scontata, i problemi per il fornitore diventano estremamente seri

Detta altrimenti, nel caso di scarto della fornitura da parte dell’Agenzia il fornitore dovrà passare all’incasso del credito relativo ai lavori effettuati previo annullamento della fattura emessa nella quale è indicato lo sconto in fattura e nella quale il totale da corrispondere non è quello che si rende invece dovuto a seguito dell’annullamento dell’opzione. (Irpinia TV)

Ne parlano anche altri giornali

Milano, 9 dic. (LaPresse) – “Ci impegniamo affinché la decontribuzione fino a 1,5miliardi per le fasce deboli sia permanente”. (LaPresse)

Una guida sugli adempimenti in capo al professionista giunge con l’approfondimento 6 dicembre 2021 di Fondazione Studi titolato “Cessione dei crediti derivanti da ristrutturazioni edilizie. Dal 9 dicembre per la prima volta gli Stati generali della V. (CASA&CLIMA.com)

Appellandosi alla clausola del D.P.R. 442/1997, che permette il cambio di regime fiscale a causa di modifiche legislative, il contribuente vorrebbe tornare al regime forfetario. 121, l’opzione della cessione del credito, consentendo anche ai soggetti che godono di imposte sostitutive di accedere alla detrazione. (Ratio Quotidiano)

157/2021 (cd. Il decreto legge n. (MySolution)

Ma come già detto, in fin dei conti per chi lavora bene e per chi ha deciso di affidarsi a professionisti qualificati non cambia niente Il Decreto legge antifrode è una conseguenza causata dalle fatture gonfiate con servizi inventati per aggirare i massimali, spese professionali da capogiro e lavori extra in qualche modo inseriti forzatamente in qualche misura per il risparmio energetico. (Metro)

Decreto "Antifrodi") ha introdotto il nuovo articolo 122-bis del DL n. Invece, nel caso in cui detti rischi non risultino confermati, oppure sia trascorso il periodo di sospensione di 30 giorni, la comunicazione produce gli effetti previsti (AteneoWeb)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr