Cambia il conteggio, Fvg verso l'arancione dal 14 aprile

Cambia il conteggio, Fvg verso l'arancione dal 14 aprile
Nordest24.it INTERNO

Senza questa modifica il destino della Regione sarebbe stato di rimanere in zona rossa almeno fino al 20 aprile.

In caso affermativo il Friuli-Venezia Giulia potrà tornare in arancione dal 14 aprile (se indice Rt “basso” e meno pressione su ospedali).

Le regole per tornare in arancione. In base a quanto previsto dalla normativa, è obbligatorio rimanere nella fascia di maggior rischio (rosso) per almeno due settimane. (Nordest24.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Sono inoltre 2.100 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 69 casi (3,29%). I decessi registrati sono 16, a cui si aggiungono due pregressi relativi allo scorso mese di marzo; i ricoveri nelle terapie intensive sono 82 (+4) mentre si riducono quelli in altri reparti che risultano essere 582 (-14). (TriestePrima)

I decessi complessivamente ammontano a 3.376, con la seguente suddivisione territoriale: 713 a Trieste, 1.780 a Udine, 639 a Pordenone e 244 a Gorizia. Sono inoltre 2.100 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 69 casi (3,29%). (TGR – Rai)

Quota neve in rapido calo fino 300 metri circa, possibile temporaneamente anche a livello del mare. Domenica 04 aprile: Al mattino cielo in prevalenza sereno, nel pomeriggio cielo poco nuvoloso o variabile. (Telefriuli)

Vaccinazioni a Pasquetta e 36.500 fiale consegnate. In Friuli Venezia Giulia la campagna anti-Covid accelera

In questi mesi abbiamo assistito a diversi problemi e molte polemiche sulla gestione delle prenotazioni del vaccino anti-covid nella nostra regione. "Ad oggi non è poi chiaro che fine abbiano fatto le vaccinazioni a domicilio per i soggetti fragili. (Udine Today)

“Oggi ci sono moltissimi fenomeni di attività, tra quelle chiuse, svolte a domicilio e non nel posto di lavoro, quindi senza controlli. In teoria avremmo un valore da zona gialla. (Telefriuli)

Dati soddisfacenti anche per gli ospiti delle case di riposo: il 100 % ha ricevuto la prima dose, l’ 82% anche la seconda. Nel caso di forze armate e polizia (6.400 adesioni) la prima dose è stata somministrata al 92 % (Il Piccolo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr