Sally Rooney boicotta Israele ed è polemica

Sally Rooney boicotta Israele ed è polemica
la Repubblica ESTERI

A quanto riporta il Times, l’autrice di Persone Normali e Parlarne da amici (pubblicati entrambi in Italia da Einaudi) avrebbe posto il veto all’editore israeliano Modan, che nei giorni scorsi si sarebbe fatto avanti per acquisire i diritti dell’ultimo romanzo, dopo aver fatto lo stesso con i primi due libri della scrittrice

La giovane e promettente scrittrice irlandese, 30 anni, autrice dell’ultimo bestseller Beautiful World, Where Are You, nelle prime posizioni di vendita in Regno Unito e Irlanda, avrebbe rifiutato di essere pubblicata in Israele e in lingua ebraica, in segno di boicottaggio. (la Repubblica)

La notizia riportata su altre testate

L’autrice irlandese Sally Rooney boicotta Israele ed è stata molto chiara a riguardo. Mentre Persone normali è stato adattato in una serie tv scritta e coprodotta da Sally Rooney (Sololibri.net)

Decisione presa, spiega lei stessa, a supporto degli appelli al boicottaggio di Israele per le sue politiche nei confronti dei palestinesi. La nota dell’autrice. EPA/VICKIE FLORES | La nuova opera d Sally Rooney Beautiful World, Where Are You, al Waterstones book store di Piccadilly, Londra, 7 settembre 2021. (Open)

Aveva descritto, critico ma pur sempre con grande sensibilità, episodi di razzismo e antisemitismo vissuti in gioventù, di cui tratta anche nei suoi libri. La scrittura per me è sempre stata un rifugio, un luogo che accoglie chiunque lo desideri, senza bandire né giudicare nessuno (Corriere della Sera)

La scrittrice-fenomeno e il "no" a Israele

Una scelta di campo, quella di Sally Rooney, che fa tanto più discutere in quanto l’autrice, in Gran Bretagna, è diventata una vera figura di culto, salutata come la voce più intensa e autentica delle giovani generazioni (lei ha solo 30 anni) E Sally Rooney non ha mai fatto mistero delle sue simpatie marxiste. (Corriere della Sera)

La giovane autrice irlandese è appena uscita con «Beautiful World, Where Are You», ma è in contrasto con Tel Aviv e le «potenze globali». TEL AVIV. I due precedenti libri erano stati pubblicati anche in Israele, ma ora la sua volontà sembra essere cambiata (La Stampa)

La molto promettente e pluripremiata scrittrice irlandese Sally Rooney ha deciso infatti di non autorizzare la traduzione in ebraico del suo ultimo libro, Beautiful World, Where Are You, nelle prime posizioni di vendita in Regno Unito e Irlanda, come gesto di boicottaggio nei confronti dello stato di Israele e in sostegno del popolo palestinese. (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr