Firenze difende il lavoro,in centinaia in piazza contro licenziamenti Gkn

Firenze difende il lavoro,in centinaia in piazza contro licenziamenti Gkn
Altri dettagli:
agenzia Impress INTERNO

Alcuni lavoratori della Gkn resteranno all’interno dello stabilimento per continuare il presidio permanente della fabbrica.

Aperta procedura di licenziamento collettivo. Al loro ingresso sono stati intonati i cori ‘siamo tutti Gkn’ e ‘la Gkn non si tocca’ ed è stato esposto lo striscione ‘Risorgiamo’.

Giani: «Negata dignità del lavoro»

– Ingresso tra gli applausi in piazza Santa Croce per i lavoratori della Gkn, giunti in corteo alla manifestazione e lo sciopero generale territoriale dell’area fiorentina indetto da Cgil, Cisl e Uil. (agenzia Impress)

Su altri giornali

Il programma in piazza Santa Croce prevede sei interventi di lavoratori e lavoratrici dal palco, insieme ai tre interventi della segretaria generale di Cgil Firenze Paola Galgani, del segretario generale di Cisl Firenze-Prato Fabio Franchi e del coordinatore Uil area fiorentina Leonardo Mugnaini Lo slogan scelto è “Firenze difende il lavoro” e l'obiettivo è chiedere il ritiro di tutti i licenziamenti. (Toscana Media News)

In piazza Santa Croce sono attese migliaia di persone dalla Città Metropolitana di Firenze, ma anche da Prato, da tutta la Toscana e da fuori regione. Lun, 19/07/2021 - 09:10 — La redazione. (Il sito di Firenze)

I lavoratori GKN sono entrati in Santa Croce intonando i cori “siamo tutti Gkn” e “la Gkn non si tocca” ed è stato esposto lo striscione ‘Insorgiamo’. Dietro di loro un corteo di lavoratori Sammontana che nei giorni scorsi avevano proclamato otto ore di sciopero per solidarietà e per sostenere la battaglia dei lavoratori di Campi Bisenzio. (Radio Onda d'Urto)

Gkn, sale la tensione davanti ai cancelli

E chi non può si fa comunque sentire. FIRENZE — Un applauso ha accolto i lavoratori Gkn al loro arrivo in piazza Santa Croce a Firenze. Il sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi resta, come da giorni, in prima linea: "La Gkn siamo noi. (Qui News Chianti)

- di Jacopo Storni /CorriereFiorentino Tv. In piazza, in segno di solidarietà, anche Giancarlo Antognoni, il governatore Eugenio Giani, il sindaco di Firenze Dario Nardella e quello di Prato Matteo Biffoni. (Corriere Fiorentino)

Non hanno nessuna pettorina, nessuna targhetta che possa rincondurre la loro presenza a una qualsiasi attività di vigilanza, niente che qualifichi le loro azioni. Ma non si è scomposto (anche perché alle parole non è seguito nessun fattaccio) è salito in macchina, parcheggiata vicino allo stabilimento, e se n’è andato. (LA NAZIONE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr