Berlusconi è il candidato presidente della Repubblica per il centrodestra: «Ora sciolga la riserva»

Open INTERNO

I dubbi di Berlusconi. Il solo centrodestra non basta, ammesso che tra l’altro voti davvero compatto.

«I leader della coalizione hanno convenuto che Silvio Berlusconi sia la figura più adatta a ricoprire in questo frangente difficile l’alta carica con l’autorevolezza e l’esperienza che il Paese merita e che gli italiani si attendono».

E, in effetti, la nota che arriva subito dopo è forte e chiara: l’unico candidato del centrodestra resta Silvio Berlusconi. (Open)

Su altri giornali

Il presidente di Noi con l'Italia dopo il vertice del centrodestra: "Gli abbiamo chiesto di sciogliere la riserva". “Il centrodestra ha il dovere di presentare una proposta e la figura di Berlusconi è quella rappresentativa della coalizione per fare il presidente della Repubblica e gli abbiamo chiesto di sciogliere la riserva”. (LaPresse)

«Il centrodestra, che rappresenta la maggioranza relativa nell’assemblea chiamata a eleggere il nuovo capo dello Stato, ha il diritto e il dovere di proporre la candidatura al massimo vertice delle istituzioni. (Giornale di Sicilia)

Partecipa anche Gianni Letta. Insieme all'ex presidente del Consiglio ci sono i leader di Lega e Fratelli d'Italia, Matteo Salvini e Giorgia Meloni e il presidente di Coraggio italia, Luigi Brugnaro. (La Stampa)

Quirinale, il centrodestra ufficializza la candidatura di Berlusconi: “Ha l’autorevolezza che…

Riunione dei vertici del centrodestra Salvini, Meloni e Berlusconi nella residenza romana del fondatore di Forza Italia. Ecco l'attesa di giornalisti, fotografi e operatori a Villa Grande. (Il Messaggero)

«Il centrodestra, che rappresenta la maggioranza relativa nell’assemblea chiamata a eleggere il nuovo capo dello Stato, ha il diritto e il dovere di proporre la candidatura al massimo vertice delle istituzioni. (Gazzetta del Sud)

Nonostante tutto questo, i leader di centrodestra, praticamente ostaggio del fondatore di Forza Italia, hanno dato il loro assenso all’operazione. “Per noi le convergenze sulla figura di Berlusconi non sono possibili”, ha detto il vicepresidente Mario Turco all’agenzia Adnkronos (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr