Draghi atteso in Aula. Sul voto per le armi i dem tentano il bluff per calmare il M5s

La Verità INTERNO

Enrico Letta apre a Giuseppe Conte sul coinvolgimento del Parlamento, sapendo che quella del premier è un’informativa. Le elezioni sono vicine.In sole 48 ore, la posizione del Pd è cambiata in modo significativo, non chiudendo più - almeno a parole - rispetto alla possibilità di un ulteriore voto pa

(La Verità)

Ne parlano anche altri media

Compito di ogni premier è stabilire l’indirizzo politico del governo, ma anche tenere nel dovuto conto la volontà del Parlamento che gli ha dato la fiducia. Adducendo, fra le varie motivazioni, anche quella che Mario Draghi non accetterebbe di mettere in discussione il suo mandato politico. (Notizie - MSN Italia)

E oggi i 5S rischiano in Commissione esteri Conte insiste, si cerca una mediazione. (la Repubblica)

Mario Draghi è atteso alla prova del Parlamento. Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati (ilmattino.it)

Anche in alcune aree, pur minoritarie, del PD affiorano dubbi sulla strategia del sostegno militare senza se e senza ma, nonostante Letta tenga sostanzialmente unito il partito su una linea chiara da inizio guerra PD e FI ritengono che, senza un sostegno militare, l'Ucraina sarebbe condannata alla resa a Vladimir Putin. (Sky Tg24 )

Da Palazzo Chigi viene infatti, messo nero su bianco come nell’incontro sia stato affermato l’impegno dell’Italia per la pace attraverso il sostegno dell’Ucraina. Confermante anche le nuove imposizioni alla Russia, la rinnovata richiesta di un cessate il fuoco. (la VOCE del TRENTINO)

Un passaggio atteso da giorni proprio dal Movimento 5 stelle, contrario all'invio di nuove armi. Una decisione sostenuta "con convinzione" dall'Italia, che nel periodo di transizione sarà impegnata a "garantire la sicurezza della Finlandia" senza "condizioni". (Tiscali Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr