Una piazza per l'incoronazione di Conte. Casalino torna in regia

Una piazza per l'incoronazione di Conte. Casalino torna in regia
L'HuffPost INTERNO

Prima di tutto, già questo fine settimana, potrebbero essere presentati la Carta dei Valori e il nuovo Statuto M5s che, tra le altre cose, modificherà l’assetto interno.

“Il nuovo Statuto è stato scritto da tempo e ce l’hanno in mano Rocco e Conte”, riferiscono fonti grilline.

Difficile che ci possa essere già un evento di piazza, come era negli auspici.

Intanto durante la presentazione del nuovo Statuto saranno sanciti vari passaggi importanti che rivoluzioneranno almeno in parte M5s. (L'HuffPost)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Se fosse solo un problema dei Cinque Stelle, la questione potrebbe essere derubricata a una speculazione politica. La frangia più «rivoluzionaria» e di opposizione con la quale l'ex inquilino di palazzo Chigi non smette di flirtare. (ilGiornale.it)

L’ostacolo è la fiducia a Draghi. “Abbiamo costruito un modello di cittadinanza attiva che oggi è considerato tra i migliori 5 al mondo e ne sono profondamente orgoglioso. Di Battista e Draghi. Di Battista risponde con garbo e riconoscenza ma si tiene fermo sul no al governo Draghi: “Ti ringrazio per le belle parole che mi hai dedicato oggi sul Corriere. (LA NOTIZIA)

Ma non potevamo volgere le spalle alla sofferenza degli italiani, quella scelta andava compiuta e io ho subito posto le condizioni perché partisse il nuovo governo e si completassero campagna vaccinale e Pnrr «Nel nuovo Movimento sarà ben chiara la figura del garante e questa figura non può non essere Grillo, presenza insostituibile». (Corriere della Sera)

Giuseppe Conte non correrà per le suppletive a Roma: smentita la candidatura per il collegio di Primavalle

07 giugno 2021 a. a. a. Pare che Giuseppe Conte abbia promesso ad Alessandro Di Battista un posto blindato in lista e magari in un nuovo governo se riuscisse la manovra per buttare giù Mario Draghi e andare al voto nel 2022, riporta il Giornale in un retroscena. (Liberoquotidiano.it)

Tra i parlamentari è un ribollire di umori contrastanti, tra cui il sollievo per la ripartenza annunciata. Altro dilemma è l’incertezza che Conte ha lasciato sulla regola del secondo mandato: «Ci confronteremo. (Corriere della Sera)

Devo dedicarmi a tempo pieno alla ripartenza del Movimento", spiega l’ex presidente del Consiglio al quotidiano di via Solferino. (RomaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr