Gli insegnanti in sciopero contro le norme anti-Covid ingestibili: in Francia si ferma la scuola

Gli insegnanti in sciopero contro le norme anti-Covid ingestibili: in Francia si ferma la scuola
Per saperne di più:
La Repubblica ESTERI

Allo sciopero ha aderito il 75 per cento dei maestri della scuola primaria mentre l'adesione è del 62 per cento alle medie e ai licei

Gli insegnanti in sciopero contro le norme anti-Covid ingestibili: in Francia si ferma la scuola dalla nostra corrispondente Anais Ginori. La protesta degli insegnanti contro il ministro Blanquer (reuters). Macron ha promesso di tenere aperte le scuole a tutti i costi, ma i protocolli hanno creato confusione e soffocato la gestione della crisi. (La Repubblica)

La notizia riportata su altri giornali

A ogni modo, si tratta di una delle mobilitazioni del mondo della scuola più partecipate della storia recente francese. Giovedì, 11 sindacati di categoria su 13 hanno indetto uno sciopero per contestare i protocolli imposti dal ministro dell'Istruzione Jean-Michel Blanquer. (EuropaToday)

“La parola chiave è sicurezza – osserva Turi in un webinar organizzato da Orizzonte Scuola -. Di converso, mi accorgo con stupore che la scuola è diventato uno strumento, uno strumento dimostrativo del Presidente Draghi (Tuttoscuola)

In questo clima di grande confusione, la Francia si avvia verso le presidenziali dell’aprile prossimo bombardata dai sondaggi. Tra i ragazzi di età compresa tra i 15 ei 17 anni, la cifra era superiore al 6 per cento. (Secolo d'Italia)

Francia, sciopero della scuola: insegnanti in rivolta

E’ già stato definito “storico” lo sciopero della scuola di oggi in Francia, dove 11 sindacati su 13 si sono uniti per contestare la “confusione” dei protocolli imposti dal ministro dell’Istruzione Jean-Michel Blanquer per far fronte all’emergenza coronavirus dopo il dilagare della variante Omicron. (L'HuffPost)

Troppi “protocolli”, decisioni in continuo cambiamento, informazioni all’ultimo momento, un carico di lavoro eccessivo senza ricevere la corrispondente considerazione, confusione nelle famiglie per adeguarsi agli obblighi: dopo due anni di Covid, la variante Omicron ha finito per mettere in ginocchio la “scuola aperta”, la scelta francese di far funzionare l’istruzione malgrado la pandemia, per evitare di aggravare le diseguaglianze tra allievi. (Il Manifesto)

Forte è stata la soddisfazione dei sindacati che ha definito, questo, uno sciopero senza precedenti. In piazza a manifestare una percentuale altissima di personale scolastico, come spesso accade nelle manifestazioni di piazza in Francia (Metropolitan Magazine )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr