Parroco arrestato per spaccio di droga dello stupro

Parroco arrestato per spaccio di droga dello stupro
Più informazioni:
Stylo24 INTERNO

Secondo la polizia la droga sarebbe stata pagata con le offerte dei parrocchiani e destinata a persone contattate tramite siti di incontri sessuali

Arrestato per spaccio di stupefacenti a Prato, un sacerdote, don Francesco Spagnesi, coinvolto in un’indagine della polizia su feste a base di cocaina e di Gbl, la cosiddetta ‘droga dello stupro’.

Il sacerdote da pochi giorni ha lasciato gli incarichi nella Parrocchia dell’Annunciazione nel quartiere pratese della Castellina. (Stylo24)

Se ne è parlato anche su altre testate

Nella stessa auto era presente anche don Spagnesi Secondo quanto emerso dalle indagini della Squadra mobile diretta da Alessandro Gallo, infatti, per acquistare la droga don Spagnesi ha utilizzato i soldi offerti dai fedeli nella raccolta domenicale. (Il Fatto Quotidiano)

È accusato di spaccio della cosiddetta “droga dello stupro“, acquistata usanto i soldi offerti dai fedeli della sua parrocchia nella raccolta durante la messa della domenica. È un’inchiesta delicata quella che ha portato all’arresto di un sacerdote di Prato, don Francesco Spagnesi. (Il Fatto Quotidiano)

Il parroco di Prato don Francesco Spagnesi, di 40 anni, è stato arrestato per spaccio e importazione di cocaina e di Gbl, la cosiddetta «droga dello stupro». Don Francesco Spagnesi aveva lasciato su sua richiesta la guida della parrocchia dell’Annunciazione e la cura pastorale dell’Arciconfraternita della Misericordia di Prato due settimane fa (La Voce di Manduria)

Parroco arrestato per spaccio, compra la droga con i soldi delle offerte

Immagine tratta dal sito della dANSA Arrestato per spaccio di stupefacenti a Prato, un sacerdote, Francesco Spagnesi, coinvolto in un'indagine della polizia su feste a base di cocaina e di Gbl, la cosiddetta 'droga dello stupro', 14 settembre 2021. (L'HuffPost)

Poi quando il vescovo ha scoperto la tossicodipendenza di don Spagnesi gli ha imposto un cammino di riabilitazione psicoterapeutica con uno specialista. Don Spagnesi secondo la squadra mobile - assicurava attraverso i soldi della parrocchia il denaro per l'acquisto della droga, tra mezzo litro e un litro per volta. (ilGiornale.it)

Proprio grazie all’individuazione dell’attività criminale di quest’ultimo e al suo arresto avvenuto a fine agosto per importazione di droga dall’Olanda, gli inquirenti hanno scoperto il coinvolgimento del sacerdote. (Edizione Napoli)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr