Sistema automatizzato e Sms per gestire la quarantena - MetroNews

Sistema automatizzato e Sms per gestire la quarantena - MetroNews
Metro INTERNO

Lo ha deciso la Regione Piemonte per semplificare le procedure di isolamento dei positivi legate al Covid-19.

Da lunedì sarà un sistema automatizzato a gestire la quarantena dei positivi piemontesi.

Concluso il periodo di malattia, il cittadino potrà effettuare un tampone per l’uscita dalla quarantena, presentando al medico o alla struttura accreditata l’sms di comunicazione del periodo di isolamento

Ad avvisare dell’inizio e della fine del periodo di isolamento sarà un Sms. (Metro)

Ne parlano anche altre testate

Semplificando le procedure, garantiamo anche maggiore tempestività ed efficacia nelle attività di tracciamento.”. Cosa prevede il protocollo operativo? TAMPONE DI USCITA DA ISOLAMENTO/QUARANTENA. Al termine del periodo di isolamento, in assenza di sintomi, il soggetto potrà effettuare un tampone molecolare o antigenico. (La Fedeltà)

Come funziona l’iter per ricevere l’sms e la durata di quarantena. Nel momento in cui l’esito positivo al test molecolare viene inserito nella piattaforma, l’sms verrà automaticamente inviato alla persona, indicandone il periodo di quarantena e tutta l’informativa necessaria attraverso il link incluso. (TorinoFree.it)

Tutte le informazioni su isolamento, quarantena o autosorveglianza, comprese le misure da rispettare, saranno disponibili per l’interessato su Salute Piemonte Procedura Inps. (Unione Monregalese)

Il Piemonte chiede agli ospedali di non conteggiare più i positivi asintomatici ricoverati per altri motivi

Da lunedì 17 gennaio un sms della Regione, che avrà a tutti gli effetti il valore di un provvedimento amministrativo, avviserà dell’inizio o fine del provvedimento per i positivi e per i loro contatti stretti. (Gazzetta D'Asti)

“In merito al dibattito sulla possibilità di distinguere quanti dei ricoveri totali comunicati quotidianamente riguardano soggetti ricoverati ‘con Covid’ ma non ‘per Covid’ (cioè positivi al Coronavirus ma ospedalizzati per ragioni che non riguardano il Covid) – sottolineano il presidente Alberto Cirio e l’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi – su questo tema la Conferenza delle Regioni ha inviato una richiesta al Ministero il 4 gennaio a firma del presidente Fedriga. (Canavese News)

La Regione chiede di cambiare le modalità di conteggio dei pazienti ricoverati positivi nelle strutture ospedaliere. Secondo questi dati, dei 1911 degenti Covid (segnalati in data 11 gennaio) solamente 1262 sarebbero effettivamente ricoverati per la malattia, mentre 649 pazienti sarebbero ricoverati per infortunio o patologia non a carattere infettivo. (ATNews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr