Aumento inflazione: ai livelli del 1986. Dove i rincari fanno più male

Termometro Politico ECONOMIA

Condividi su. Aumento inflazione: ai livelli del 1986.

Aumento inflazione: dato ai livelli del 1986. Aumento inflazione: continuano a crescere i prezzi in tutta la zona Euro (dove si passa dall’8,1% di maggio all’8,6% di giugno), in Italia a giugno 2022 si raggiungono i livelli di 36 anni fa.

Bisogna prepararsi a un’altra stagione di rincari: quali saranno i settori più colpiti, quali gli interventi allo studio del Governo per rallentare la corsa dei prezzi. (Termometro Politico)

Se ne è parlato anche su altri media

Inflazione, numeri da record. Dalla frutta ai voli, passando anche e soprattutto per le bollette, l’estate degli italiani non inizia nel migliore dei modi. Mai come a giugno, infatti, l’inflazione dilaga e tocca l’8%, un vero e proprio record che non si vedeva da ben 36 anni, dal 1986. (Virgilio Notizie)

Ad aumentare, come atteso, sono stati soprattutto i prezzi dell’energia, che sono cresciuti del 48,7% rispetto a un anno fa. L’inflazione raggiunge infatti livelli record, come mai si sono registrati da oltre 30 anni (qui trovate la classifica delle città più care). (QuiFinanza)

Secondo l’economista l’eventuale aumento dei tassi di interesse «è il conto, molto salato, che dobbiamo pagare alla lotta all’inflazione» Ma dobbiamo ricordare che ancora a dicembre 2021 le aspettative di inflazione di medio-lungo periodo in Europa erano inferiori al 2%». (La Sicilia)

Secondo il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, il settore tornerà quest'anno sugli stessi livelli raggiunti nel 2019, cioè prima della pandemia. Il leader turco ha anche dichiarato che la Turchia è pronta a esportare il grano che uscirà dai porti dell'Ucraina (Italia Oggi)

Il dato di giugno riportato dall’Istat, quello dell’aumento dell’inflazione aumentata dell’8% rispetto allo stesso mese del 2021, riporta il Paese al 1986. Come l’olio di semi che a giugno ha registrato un aumento del 68,6% rispetto al giugno del 2021. (Friuli Oggi)

La pasta costa in media il 18,3% in più, il pollo il 15,1% in più mentre il prezzo del riso è salito del 13,7%. Solo per la frutta fresca, che a giugno aumenta del 10,9%, una famiglia di 4 persone spende in media 68 euro in più all’anno, per la verdura (che sale dell’11,8%) la maggiore spesa è di +115 euro all’anno (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr