Covid e influenza, al via con il doppio vaccino

Covid e influenza, al via con il doppio vaccino
R+News SALUTE

A richiesta al vaccino antinfluenzale si può abbinare anche quello pneumococcico

Covid e influenza, al via con il doppio vaccino. Vaccini,doppio battesimo.

Da oggi è possibile abbinare alla terza dose anti-Covid anche l’antinfluenzale per i pazienti ultrafragili.

Vaccino antinfluenzale.

Inizia infatti la tradizionale somministrazione del vaccino antinfluenzale che quest’anno si somma, per alcune categorie di soggetti, a quella della terza dose del vaccino anti-Covid. (R+News)

Ne parlano anche altre testate

"I test non sono mai affidabili al 100%”, afferma la specialista in matematica e biologia statistica. Quest’ultimo approccio può essere raggiunto "da un lato con maschere e distanza o dall’altro affidandosi all’approccio 2G invece di 3G”. (laRegione)

La pronunciata proporzione di donne incinte in terapia intensiva conferma inoltre che sono esposte a gravi rischi durante la gravidanza". Appello alle donne incinte: "Vaccinatevi, siete esposte alle forme più gravi". (Notizie - MSN Italia)

vaccino Covid e antinfluenzale insieme. E “poiché le fasce d’età adulta alle quali viene” tradizionalmente “raccomandata la vaccinazione contro l’influenza stagionale sono anche a rischio di sviluppare Covid grave”, per il Sage “la somministrazione contemporanea di un vaccino antinfluenzale inattivato e di qualsiasi vaccino Covid-19 autorizzato dall’Oms per l’uso di emergenza è accettabile e massimizzerà l’assorbimento di entrambi i vaccini”. (Imola Oggi)

"I test non sono del tutto affidabili". Se la situazione peggiorasse, certificato Covid solo a vaccinati e guariti

Keystone. Discriminazione, vaccinazione forzata e sorveglianza di massa: sono gli elementi principali invisi agli oppositori della legge Covid-19 contro la quale hanno lanciato il referendum previsto il 28 novembre. (Bluewin)

– Vaccini, oggi doppio battesimo. Inizia infatti la tradizionale somministrazione del vaccino antinfluenzale che quest’anno si somma, per alcune categorie di soggetti, a quella della terza dose del vaccino anti-Covid. (ekuonews.it)

E se non c'è la certezza che chi è testato sia davvero negativo, le opzioni sono: "vietare del tutto gli eventi, accettare le infezioni e un possibile sovraccarico del sistema ospedaliero, oppure inasprire le regole" Infatti secondo la presidente Tanja Stadler agli eventi, nonostante le precauzioni, potrebbero crearsi focolai. (Liberatv.ch)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr