Ballottaggio, Lignani si sbilancia “Mai col Pd” | Scintille tra Secondi e Bassini

Ballottaggio, Lignani si sbilancia “Mai col Pd” | Scintille tra Secondi e Bassini
TuttOggi INTERNO

L’appoggio di tanti di noi, me per primo, va al cambiamento senza se e senza ma”.

Se vinceremo il ballottaggio, con noi la società civile sarà già naturalmente dentro il governo di questa città”

“Il cambiamento – ha aggiunto – è legato a tessuti sociali in difficoltà a cui non bastano false promesse ma soluzioni.

Lignani si espone “Mai col Pd”. “Sono state giornate di sofferti scambi di opinione con tutte le persone che hanno scelto di sostenermi: – ha detto Lignani – una linea è sicuramente unanime, mai con il Pd e basta con chi ha fatto precipitare la città nel declino degli ultimi decenni. (TuttOggi)

Ne parlano anche altri media

Fabio Roccuzzo è sindaco con il 53% dei voti e vince contro un centrodestra che si è presentato compatto. Infine a Porto Empedocle ballottaggio tra Calogero Martello, Civiche e Forza Italia e Salvo Iacono appoggiato da liste civiche. (Corriere del Mezzogiorno)

Polemiche che, in questi giorni, hanno riguardato il dialogo tra le forze del Partito Democratico e il candidato sindaco Chies. Non ho trovato nulla di strano, è una scelta. (Qdpnews)

Aggio e Lucchetta, inoltre, hanno ribadito “il programma di rinnovamento della città” della coalizione di Piero Garbellotto e la necessità di “uomini e donne che sappiano assumersi le proprie responsabilità”. (Qdpnews)

Comunali Pistoia, il Pd al lavoro per la coalizione "Aperti a un confronto largo per il bene della città"

Costruire le condizioni per pacificare il partito vuol dire, innanzitutto, riconoscere la necessità di un chiarimento definitivo sulla collocazione di via Tagliamento nel capoluogo, muovendo dal presupposto che il Pd sta dove sta il Pd, che chi è del Pd vota Pd e si candida per il Pd. (Orticalab)

Due forze erano prima, ai tempi di Bettollini (Pd e Psi), due forze sono adesso (Pd e Possiamo) il resto per ora è fumo (Prima Pagina Chiusi)

A quel tavolo il Pd ha proposto e chiesto una cosa chiara: "Fare tutti mezzo passo indietro, per costruire un confronto di merito che faccia fare alla città dieci passi avanti. Sapevamo che non sarebbe stato scontato né semplice, ma è ciò di cui Pistoia ha bisogno". (LA NAZIONE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr