Aradori senza mascherina insieme a un gruppo di persone

Aradori senza mascherina insieme a un gruppo di persone
il Resto del Carlino SPORT

Pietro Aradori, ala della Fortitudo, è stato immortalato, in una foto, senza mascherina insieme a un gruppo di persone, il giorno di Pasqua in un hotel della riviera romagnola.

Terminata la sfida contro Brescia, Aradori si era concesso un giorno di riposo presso l’hotel, dove ha pernottato.

Bologna 7 aprile 2021 – E’ stato uno scivolone, una leggerezza (dopo quella sul post sui vaccini) che ha fatto subito il giro sul web e che lo ha rimesso al centro dell’attenzione mediatica fuori dal terreno di gioco. (il Resto del Carlino)

La notizia riportata su altri media

Noi ci teniamo molto alla salute dei nostri clienti, e poteva entrare solo chi aveva una prenotazione alberghiera. Non era in albergo, non poteva aver fatto la foto quel giorno (Pianetabasket.com)

La foto, postata dall’utente Federico Nanni su Instagram, vede Aradori al centro del gruppo ed è diventata subito virale con annesse polemiche per gli assembramenti vietati, specialmente con la stretta sotto le feste pasquali. (Corriere della Sera)

Chi e’ in albergo puo’ pranzare e cenare senza limiti di orario, ma solo se vi alloggia Ma è esattamente ciò che penso”, l’ex capitano della nazionale Pietro Aradori, stando ad una foto postata da Federico Nanni, era al Vistamare Suite&Spa il giorno di Pasqua insieme ad almeno altre 16 persone. (Sportando)

Aradori ci ricasca: fotografato a una festa senza mascherina

Lo scatto è stato postato da uno dei partecipanti su Instagram. Nel post incriminato qualche tempo fa parlava di «emergenza sanitaria che non esiste», «il vaccino che sempre più persone stanno inoculandosi distruggendosi da sé» (Corriere della Sera)

L’autore della foto, prima di cancellarla, ha risposto a chi faceva notare l’anomalia che al Vistamare Suite&Spa “fanno il tampone prima di entrare” L’immagine, pubblicata su Instagram e poi rimossa da uno dei partecipanti al ritrovo al Vistamare Suite&Spa di Lido di Savio, nel ravennate, ha presto fatto il giro della rete. (La Repubblica)

Il giocatore della Fortitudo era già stato al centro di una polemica nei giorni scorsi per messaggi negazionisti comparsi sulla sua pagina Instagram. Dopo la prima gaffe, Aradori si era scusato in un’intervista al Corriere della Sera: “Ho sbagliato e ora voglio e devo chiedere scusa a tutti. (La Gazzetta dello Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr