Autoslalom definite le date delle gare. Sono sei in provincia

Trapani Oggi - Notizie di cronaca, politica, attualità Trapani SALUTE

Ufficializzate le date delle gare di autoslalom che si terranno in provincia di Trapani.

Si inizia il 27 marzo con la sesta edizione dello Slalom del Satiro di Mazara del Vallo, quest’anno valevole quale prova del campionato siciliano.

inque organizzate dal Promoter Kinisia, una dallo Sporting Club Partanna. Ufficializzate le date delle gare di autoslalom che si terranno in provincia di Trapani.

Sono sei gare, cinque delle quali organizzate dal Promoter Kinisia ed una dallo Sporting Club Partanna

Sono sei gare, cinque delle quali organizzate dal Promoter Kinisia ed una dallo Sporting Club Partanna. (Trapani Oggi - Notizie di cronaca, politica, attualità Trapani)

Su altre testate

Che poi aggiunge: "La peste suina rappresenta un disastro per l'export di un comparto strategico come quello dei suini Possono essere fonte di contagio da peste suina. (Fanpage.it)

La stessa decisione è stata presa anche in Emilia Romagna, nelle provincie di Parma e Piacenza, dove è stata anche vieta ogni forma di caccia nei due Comuni di Zerba e Ottone, immediatamente confinati con l’area infetta (IoCaccio.it)

Tra i comuni in “zona infetta” ci sono 78 paesi del Piemonte e 36 della Liguria. Cos’è la peste suina africana e quali rischi ci sono. Nella nota della Regione Piemonte viene spiegato anche cos’è la peste suina africana, cosa comporta la sua presenza sul territorio italiano e quali rischi ci sono (inItalia)

Peste suina,. i paesi coinvolti In provincia di Alessandria si allarga la "zona infetta". Anzitutto va detto che questo nuovo virus non ha alcun effetto sugli uomini; certo è che, se si diffondesse negli allevamenti (e nell'Alessandrino sono piuttosto numerosi), avrebbe un impatto devastante sull'economia. (Il Piccolo)

E’ salito complessivamente a 114 il numero dei Comuni, 78 in Piemonte e 36 in Liguria, compresi dal Ministero della Salute nella ‘zona infetta” da Peste Suina Africana, alla luce dei nuovi casi confermati – al momento sono quattro i cinghiali trovati morti per il virus – e in riferimento alle indicazioni della Commissione Europea. (La Provincia di Biella)

Coldiretti ravvisa inoltre la necessità di avviare iniziative comuni a livello europeo perché è dalla fragilità dei confini naturali del nostro Paese che dipende l’elevato rischio di un afflusso non controllato di esemplari portatori di peste In Piemonte e in Liguria sono stati scoperti i primi focolai di peste suina ed ad essere più in allerta sono i territori in cui sono più presenti animali selvatici come i cinghiali. (VeronaSera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr