Dalla vitamina D agli antibiotici, ecco i farmaci più abusati fra gli anziani

Dalla vitamina D agli antibiotici, ecco i farmaci più abusati fra gli anziani
Il Sole 24 ORE SALUTE

Tornando alla vitamina D, sono anche motivo di apprensione gli echi su un possibile uso «per proprietà che non ha, di protezione dalle infezioni, piuttosto che di efficacia rispetto al Covid

Il fatto che il 50% degli anziani abbia ricevuto almeno un antibiotico nell’anno è un dato che conferma un sovrautilizzo».

Seguono i farmaci per il diabete e per la gastroprotezione (con una prevalenza d’uso del 71%), mentre circa metà della popolazione over 65 ha ricevuto antibiotici. (Il Sole 24 ORE)

Se ne è parlato anche su altri media

Antipertensivi, gastroprotettori e antibiotici i più prescritti. Circa tre anziani su dieci prendono dieci o più farmaci al giorno. Ma l’interazione tra molecole diverse, o tra farmaci e patologie, può comportare dei rischi per la salute. (Corriere della Sera)

Approfondimento. Pochi mangiano questo pesce ricchissimo di vitamina D e fonte universale di lunga vita E sono tanti i prodotti tipicamente autunnali che si prestano a preparazioni davvero gustose e adatte al palato anche più difficili. (Proiezioni di Borsa)

Questo il quadro sull’uso dei medicinali in Italia tra gli over 65, che emerge dal Rapporto dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). In cima alla lista delle prescrizioni i farmaci del sistema cardiovascolare, in particolare gli antipertensivi, mentre metà della popolazione ha ricevuto antibiotici o gastroprotettori. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Anziani e farmaci, rapporto Aifa: «Prescrivere meno e meglio». Dati sul consumo: dai medicinali per la pressione e il diabete agli antibiotici

Sono alcuni dei dati riportati nel Rapporto "L'uso dei farmaci nella popolazione anziana in Italia" (riferito all'anno 2019), presentato oggi dall'Agenzia italiana del farmaco ( Aifa ). Seguono i farmaci gastrointestinali e del metabolismo, gli. (Sky Tg24 )

Metà della popolazione ha ricevuto farmaci antibiotici o gastroprotettori e circa il 30% è in terapia con antiaggreganti, ipolipemizzanti o Fans. Nelle donne la prevalenza di farmaci per il trattamento dell'osteoporosi è pari al 48,4% (Farmacista33)

A fornire il quadro è sempre il Rapporto Aifa. La conclusione del rapporto Aifa è molto secca: prescrivere meno per prescrivere meglio. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr