Sputnik, Draghi gela ancora De Luca: "Capacità produttive limitate"

Sputnik, Draghi gela ancora De Luca: Capacità produttive limitate
Per saperne di più:
NapoliToday ESTERI

Draghi, dopo aver spiegato che "Dovremmo continuare a vaccinarci anche negli anni a venire perché ci saranno delle varianti", ha risposto sui dubbi legati all'inoculazione di AstraZeneca e sull'eventuale uso in Italia del vaccino russo Sputnik.

De Luca non perde occasione per pressare il Governo, così come è avvenuto oggi durante un'inaugurazione in Irpinia.

"Per Sputnik capacità produttive limitate". (NapoliToday)

Ne parlano anche altre fonti

Tra i motivi per cui l'Europa non crede nello Sputnik V il fatto che Mosca abbia difficoltà produttive e il fatto che prima e seconda dose sono differenti. Kirill Dmitriev, capo del Fondo russo, ha però negato: "Non c’era pressione e Sputnik V ha rispettato tutte le pratiche cliniche". (Liberoquotidiano.it)

Il 2 febbraio i dati, con efficacia oltre il 91%, sono stati pubblicati sulla rivista The Lancet. A tre giorni dalla missione per l’ispezione dei siti di produzione in Russia, il Financial Times scrive che l’Agenzia europea per i farmaci (Ema) la prossima settimana avvierà un’indagine per verificare se durante la sperimentazione clinica del vaccino russo Sputnik V siano state violate le norme etiche e scientifiche concordate a livello internazionale. (Il Fatto Quotidiano)

A innescare l'indagine, che sarà determinante per l'approvazione del preparato russo nei confini europei, ci sarebbe la denuncia presentata da alcuni militari, che sostengono di aver ricevuto pressioni dall'alto per prendere parte ai trial. (Ticinonline)

Sputnik, ecco perché slitta almeno a giugno il via libera europeo

A rivelarlo nelle scorse ore è stato il ministro regionale della salute Klaus Holetschek:. Il memorandum di intenti permetterà al Land di produrre lo Sputnik V non appena l'Ema darà il via libero al vaccino russo. (Sputnik Italia)

I dubbi dell’Ema. La prossima settimana avrà inizio una delle fasi più delicate e importanti del processo di rolling review, ossia quello della valutazione del rispetto delle norme etiche e delle procedure scientifiche universalmente concordate. (InsideOver)

L’Agenzia Ue è la prima autorità pubblica del mondo a esaminare le carte di Sputnik, finora validate solo da Lancet. In Europa al momento solo Ungheria e Slovacchia hanno bypassato l’Ema con una autorizzazione d’emergenza nazionale che ha permesso loro di usare lo Sputnik. (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr