Prato: trascinata dal rullo negli ingranaggi di un macchinario, muore in fabbrica operaia di 22 anni

Prato: trascinata dal rullo negli ingranaggi di un macchinario, muore in fabbrica operaia di 22 anni
Fanpage.it INTERNO

La vittima, secondo una prima ricostruzione fornita dai suoi colleghi, sarebbe stata trascinata tra i pesanti ingranaggi dal rullo dell'orditoio

La giovane operaia vittima dell'infortunio lavorava in via Garigliano da più di un anno.

Una lavoratrice è morta dopo essere rimasta incastrata in un macchinario, un orditoio, che il cui ingranaggio l'aveva poco prima trascinata al suo interno.

In via Garigliano si sono recati anche i carabinieri con il comandante della Tenenza, il luogotenente Quintino Preite, e i vigili del fuoco. (Fanpage.it)

Su altre testate

Lo sguardo fisso in terra, filano via veloci perchè la produzione dopo la tragedia è ricominciata, i cancelli sono riaperti. Sulla dinamica dell’incidente del resto Coppini non spiega: "Non mi sottrarrò ai miei doveri né al confronto nelle sedi appropriate per capire come possa essere avvenuto questo dramma" dice solo (La Repubblica Firenze.it)

Perché - ha aggiunto - in una scuola che ha deciso di non fare educazione sessuale dovremmo portare il tema dell'omosessualità? C'è una questione irrisolta, che tutti fanno finta di non vedere, in violazione di una legge dello Stato" ha ribadito. (Yahoo Notizie)

La tragedia si è verificata in una fabbrica tessile a Montemurlo. Incidente mortale in un'azienda tessile in provincia di Prato: un'operaia di 23 anni, residente a Pistoia, è morta finendo intrappolata in un macchinario. (Adnkronos)

Morte di Luana: l'orditoio e i suoi pericoli. Ha cilindri da 400 chili

Nella mattina di oggi (3 maggio), Luana D’Orazio, giovane mamma di 22 anni, è morta risucchiata dall’orditoio al quale stava lavorando. Tragedia in un’azienda tessile a Oste, nel comune di Montemurlo. (Youtvrs)

A rinforzare lo sconcerto delle istituzioni per l’accaduto è il presidente del Consiglio Regionale Antonio Mazzeo: «Il diritto alla salute e alla sicurezza nel lavoro non può essere negoziabile. La salma della giovane invece è stata trasferita all’obitorio di Pistoia per l’autopsia disposta dal sostituto procuratore di Prato Carolina Dini. (Corriere Fiorentino)

Una volta terminata questa operazione, i fili vengono "scaricati" su un subbio, ossia sul grande cilindro sotto al quale è rimasta schiacciata Luana D’Orazio. Sono tanti gli interrogativi che in queste ore si susseguono proprio sul macchinario che ha ucciso Luana D’Orazio. (LA NAZIONE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr