Troppi contagi, scuole chiuse a Catania fino al 16 gennaio

Troppi contagi, scuole chiuse a Catania fino al 16 gennaio
Catania News INTERNO

I servizi educativi e gli istituti scolastici del Comune di Catania, di ogni ordine e grado, pubblici e privati, resteranno chiusi fino a domenica 16 gennaio.

Una decisione che muove esclusivamente dalla necessità fondamentale di tutelare la salute dei ragazzi e degli operatori della scuola”: ha scritto sulla sua pagina Facebook il sindaco di Catania, Salvo Pogliese.

A questo, inoltre, non corrisponde la concreta possibilità di effettuare gratuitamente i test antigenici rapidi per la popolazione scolastica, anche alla prima comparsa dei sintomi. (Catania News)

Ne parlano anche altri giornali

In provincia di Caltanissetta i sindaci seguono un’unica linea: ecco il post pubblicato su Facebook:. «Al pari di alcuni sindaci della Sicilia chiudono le scuole fino a domenica» «Dalle 15 di oggi fino a pochi minuti fa si è svolta una riunione con altri 200 sindaci della Sicilia». (INFORMA SICILIA)

(Palermomania.it)

Ad oggi, secondo i dati diffusi, si è registrato un allarmante e quotidiano incremento dei cittadini risultati positivi al Covid-19, con una preoccupante saturazione dei posti disponibili presso le strutture sanitarie; anche con riferimento al numero dei vaccinati. (Sicilianews24)

Scuola: prorogata chiusura scuole a Palermo - La Nuova Sardegna

Milano, 12 gen. (LaPresse) – Servizi educativi e gli istituti scolastici del Comune di Palermo, di ogni ordine e grado, pubblici e privati, resteranno chiusi fino a domenica 16 gennaio 2022. (LaPresse)

Già nel pomeriggio, in una nota polemica con l’assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla, l’Anci Sicilia aveva evidenziato “di aver denunciato la mancanza di dati certi e di aver apertamente chiesto il rinvio dell’apertura delle scuole”. (Sicilia Reporter)

"L'ordinanza deriva dal principale obiettivo di garantire il rientro a scuola in presenza e in condizioni di adeguata sicurezza", ha detto Orlando. (La Nuova Sardegna)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr