Astrazeneca, Figliuolo: “La sospensione per gli under 60 avrà impatti sul piano vaccinale ma fra…

Astrazeneca, Figliuolo: “La sospensione per gli under 60 avrà impatti sul piano vaccinale ma fra…
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Lo ha detto il commissario Francesco Paolo Figliuolo nel corso della conferenza stampa di aggiornamento sulla campagna vaccinale a cui hanno preso parte anche il ministro della Salute Roberto Speranza, il coordinatore del Cts Franco Locatelli, e il portavoce del Cts Silvio Brusaferro.

La sospensione dell’uso di Astrazeneca sugli under 60 “avrà impatti sul piano vaccinale ma fra luglio e agosto li azzereremo”. (Il Fatto Quotidiano)

Ne parlano anche altri media

Per coloro che che hanno un'età inferiore a 60 anni e hanno ricevuto la prima dose di AstraZeneca, la seconda dose sarà eterologa con vaccini mRna, quindi Moderna o Pfizer "AstraZeneca si utilizzerà soltanto per gli over 60". (Picchio News)

“Da qui a settembre avremo 15 milioni di dosi di vaccini AstraZeneca, 9,5 milioni si aggiungeranno infatti a quelli che già abbiamo Vaccini, "stop AstraZeneca avrà conseguenze": parla Figliuolo Conferenza stampa a tre: Speranza, Locatelli e Figliuolo hanno fatto il punto sul futuro prossimo delle dosi di AstraZeneca. (Virgilio Notizie)

Intanto, come riferisce il ministro della Salute, Roberto Speranza, sul vaccino AstraZeneca per i giovani, “il 7 aprile il ministero ha raccomandato l'uso preferenziale del vaccino AstraZeneca agli over-60 e Aifa ha ribadito che il profilo beneficio-rischio è più favorevole all'aumento dell'età. (Termoli Online)

Il Fatto di domani. Quer pasticciaccio brutto di AstraZeneca: retromarcia del generalissimo, no agli under 60

Per quanto riguarda la seconda dose di AstraZeneca, l’indicazione è riassumibile così: tutti i dati disponibili indicano che i fenomeno trombotici dopo la seconda dose sono straordinariamente rari. Lo ha detto il generale Francesco Paolo Figliuolo, spiegando che ”attualmente abbiamo una platea di circa 3,5 milioni di over 60. (La Voce di Mantova)

Sul farmaco anglo-svedese è intervenuto Franco Locatelli: «Il Cts, in un rapporto di dialogo stretto con Aifa e con tutte le altre istituzioni sanitarie del Paese, ha ritenuto opportuno rivalutare quelle che sono le indicazioni all’uso del vaccino Astrazeneca (Il Sussidiario.net)

Nel Secondo Tempo l’intervista di Alessandro Ferrucci al conduttore e il tradizionale appuntamento con il nostro inserto culturale Che c’è di Bello Molti addetti ai lavori se n’erano già accorti: “Il vaccino AstraZeneca, al di sotto di una fascia d’età, non andava usato” ha sentenziato il primario di Infettivologia del Sacco di Milano, Massimo Galli. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr