Ravenna. Via Mentana si veste con gli stendardi storici dedicati a Dante

Ravenna. Via Mentana si veste con gli stendardi storici dedicati a Dante
ravennanotizie.it CULTURA E SPETTACOLO

Già da qualche giorno sono stati installati lungo la strada una serie di stendardi danteschi, realizzati dalla Stamperia Storica Pascucci di Gambettola, che proprio in via Mentana ha un punto vendita.

L’appuntamento proseguirà poi con l’animazione musicale, uno spettacolo di danza orientale e la proposta di street food a cura del ristorante Radici Cucina e Cantina, in collaborazione con Ravenna Food

L’intera iniziativa sostenuta anche dal comune di Ravenna si è infine concretizzata con la collaborazione del coordinamento Ripensando Ravenna e l’intervento di CPL Concordia che ha provveduto all’allestimento. (ravennanotizie.it)

Su altri media

Qui verranno realizzati interventi di video mapping da parte di Proforma per connotare in maniera coinvolgente la facciata del Duomo Verrà creato un bosco diffuso, generando una selva oscura, teatro dello smarrimento di Dante, ma anche della città dopo gli effetti del sisma, con materiali naturali o riciclati. (SulPanaro)

Certo è che l’influenza di Dante Alighieri sulla lingua italiana e sulla nostra cultura in generale, è forte ancora oggi. Firenze, 14 settembre 2021 – Nella notte tra il 13 e il 14 settembre del 1321, divorato dalle febbri, moriva a Ravenna, probabilmente di malaria, Dante Alighieri. (LA NAZIONE)

Per la prima volta in anteprima mondiale e fino al 31 dicembre viene proposto negli spazi del Museo Abbaziale viene eccezionalmente esposto il codice 512 della Divina Commedia risalente al XIV secolo con al margine le note di Pietro Alighieri, figlio di Dante. (Rai News)

La Divina Commedia

E’ come se a noi fosse concesso di entrare dentro a una realtà virtuale, ma entrarci davvero Il film racconta gli ultimi vent’anni di Dante dall’esilio alla morte: gli anni della creazione di un poema ancora oggi unico al mondo. (RavennaToday)

Sullo scaffale più in alto della libreria, campeggiavano tre grandi volumi. Il primo passo nella selva oscura — che il «Corriere della Sera», in collaborazione con Einaudi Ragazzi, lunedì 13 settembre, giorno della morte di Dante, manda in edicola, dove resterà per un mese (il costo è di e 12,90 più il prezzo del quotidiano). (Corriere della Sera)

Ingiustamente esiliato cominciò a scrivere i suoi «canti» dopo aver perso tutto: famiglia, averi, città e dignità. Era un morto in vita ma, in 100 canti, riebbe la vita in vita (e dopo anche in morte) (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr